Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I microcodici a barre diventano più crittati

È stato sviluppato un dispositivo innovativo per leggere i microcodici a barre che usa una sorgente luminosa non laser.
I microcodici a barre diventano più crittati
Poiché il dispositivo funziona con le sorgenti luminose disponibili in commercio, non sono necessari laser o parti in movimento. La tecnologia che supporta il dispositivo è la tomografia a coerenza ottica, che è stata testata ed è poco complicata, immediata, efficiente e precisa.

I microcodici a barre, sicuri e con profondità a prova di contraffazione, sono incisi nel materiale di imballaggio e dunque non possono essere manipolati. Inoltre i codici a barre non possono essere distrutti o falsificati e sono praticamente invisibili sulla superficie del materiale. Anche se piccoli, possono accogliere una grande quantità d’informazioni in uno spazio minimo. E poiché sono discreti e compatti, possono essere usati per un’ampia gamma di prodotti tra cui gli articoli di lusso, i prelievi medicali, i dati medicali e la registrazione delle armi da fuoco. Sono anche eccellenti per proteggere il nome del marchio e contro la pirateria.

Gli inventori sono interessati alle rispettive forme di collaborazione con fabbricanti e utenti della tecnologia dei codici a barre, per portare avanti lo sviluppo del dispositivo o spiegare la tecnologia.
Numero di registrazione: 82248 / Ultimo aggiornamento: 2005-11-28
Dominio: TI, Telecomunicazioni