Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuovo apparecchio per applicazioni ortopediche

La chirurgia ortopedica associata con l'allungamento degli arti e specifiche riparazioni delle fratture è un processo difficoltoso all'estremo ed estremamente doloroso per il paziente.
Nuovo apparecchio per applicazioni ortopediche
Una PMI israeliana ha sviluppato una nuova tecnologia da usare per l'immobilizzazione di fratture intramidollari e l'allungamento degli arti. La tecnologia comprende un chiodo intramidollare comandato da un sistema a bobina esterno. Esso consente l'allungamento controllato attraverso la formazione migliorata dell'osso (osteogenesi).

Questa tecnica potrebbe essere utile nel trattamento di affezioni quali la LLD (Limb Length Discrepancy) e i problemi di osteosintesi. Il chiodo intramidollare può indurre l'unione della frattura ed accelerare il tempo di guarigione, rendendo in tal modo il processo più confortevole per il paziente. La precisione di questa tecnologia si traduce in un danno minimo neurovascolare e dei tessuti molli, rendendone l'applicazione più interessante.

Si prevede che i costi complessivi saranno inferiori a quelli delle tecniche attualmente usate, e la società è impaziente di studiare altre possibilità di sviluppo per questo progetto. Idealmente, si cercano collaborazioni con fabbricanti del settore ortopedico sotto forma di accordi di joint-venture o accordi di sostegno finanziario. Il partner deve essere in grado di ottimizzare, produrre e commercializzare il prodotto finale.