Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Tagli migliori con i metodi al laser

Insieme allo sviluppo di materiali compositi e ibridi, si fa avanti la necessità di disporre di metodi alternativi per il loro uso nelle applicazioni industriali. Ne è un esempio il campo dei metodi di taglio richiesti da tali materiali.
Tagli migliori con i metodi al laser
I fabbricanti di materiali compositi spesso adoperano i laser per tagliarli in determinate forme e/o misure. Tuttavia i laser non sempre soddisfano le specifiche assolute perché le superfici dei materiali ibridi reagiscono differentemente da quelli standard all'applicazione del calore.

I materiali compositi in fibra di carbonio, per esempio, sono ben noti per la loro capacità di dissipare il calore. Per cui, quando il taglio viene effettuato con i laser industriali standard, l'arco di taglio o la zona possono essere più ampi del previsto, con conseguente forte percentuale di spreco sia di materiali che d'energia.

Un gruppo di ricerca andaluso ha sviluppato un nuovo metodo, grazie al quale la zona riscaldata resta inferiore ai 150 micron. Questa caratteristica, da sola, dà al metodo una miriade di vantaggi e lo rende applicabile in un'ampia gamma di usi industriali.

Oltre a questo, la tecnologia offre altri vantaggi, perché riduce la produzione di scarti e migliora gli standard di salute e sicurezza sul luogo di lavoro. Poiché è più specifico, il laser riduce i costi operativi e può facilmente essere introdotto in altri ambiti industriali in quanto usa gli stessi controlli numerici della lavorazione tradizionale.

Attualmente gli sviluppatori sono alla ricerca di partner industriali interessati ad introdurre la metodologia nei loro processi di produzione.
Numero di registrazione: 82566 / Ultimo aggiornamento: 2006-05-22
Dominio: Tecnologie industriali