Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuove vie terapeutiche per i diabetici

L'industria farmaceutica è alla continua ricerca di nuove terapie, più efficaci e con meno effetti collaterali rispetto ai trattamenti in uso.
Nuove vie terapeutiche per i diabetici
E questo è vero anche nel caso del diabete tipo II e delle malattie CNS. L'enzima glicoceno sintasi chinasi 3 (GSK-3) è stato considerato un obiettivo terapeutico fondamentale per sviluppare nuovi composti in grado di agire contro il diabete tipo II e varie malattie CNS. I ricercatori israeliani che partecipano al progetto di ricerca hanno dimostrato che gli inibitori GSK-3 possono vantare una elevata specificità e un miglior profilo tossico rispetto ai farmaci commercializzati.

L'enzima GSK-3 modula l'attività dell'insulina e la sua attività è elevata nei soggetti insulinoresistenti e nei tessuti dei diabetici tipo II. I ricercatori hanno sviluppato un certo numero di nuovi inibitori del GSK-3, tra i quali sono state selezionate specifiche derivazioni. Per una di esse, gli studi in vitro hanno mostrato un favorevole profilo di tossicità anche a dosi elevate. La struttura specifica del composto è stata usata come punto di partenza per la sintesi di un certo numero di altri composti.

Il composto della derivazione globale GSC-7 ha mostrato di migliorare la tolleranza al glucosio e di ridurre gli accumuli di grassi nel fegato. Gli inibitori di GSK-3 come il GSC-7 potrebbero inoltre essere usati nel trattamento di varie malattie neurologiche, incluso il morbo di Alzheimer.

I ricercatori sono ora interessati a cedere la licenza della loro tecnologia a un partner con sufficienti capacità di sviluppo a livello sia preclinico che clinico.