Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Migliorare la qualità di vita dei malati di Alzheimer

Una nuova tecnologia per la localizzazione e il monitoraggio sanitario delle persone affette dal morbo di Alzheimer permette di seguire e monitorare i pazienti disorientati.
Migliorare la qualità di vita dei malati di Alzheimer
La perdita o il danneggiamento dei neuroni cerebrali provoca spesso gravi alterazioni delle capacità intellettuali. Le malattie legate a tale evento (ad esempio demenza, morbo di Alzheimer, menomazioni cognitive leggere) possono costringere a ricoveri prematuri in ospedale o in casa di cura per i problemi di disorientamento.

A causa della perdita di memoria, concentrazione e capacità di giudizio, i pazienti possono uscire di casa e perdersi o sentirsi disorientati. Le persone che hanno la responsabilità di questi pazienti, preferiscono quindi ricoverarli piuttosto che lasciarli errare. Tale scelta può però deteriorare notevolmente la qualità di vita e far lievitare i costi che i pazienti e le loro famiglie debbono sostenere.

Per far fronte alla situazione, una PMI israeliana ha sviluppato una nuova tecnologia/sistema per seguire e monitorare i pazienti disorientati che lascia loro libertà di movimento e ne determina lo stato di salute. La nuova tecnologia si basa su una piattaforma intelligente che elabora le informazioni sul programma giornaliero, le abitudini deambulatorie, le condizioni fisiche e le azioni rutinarie dei pazienti.

Il sistema è composto da un Central Managing and Monitoring System (CMMS) e da un braccialetto di comunicazione senza fili che trasmette allarmi in tempo reale. Il sistema, personalizzato in base alle esigenze e abitudini del paziente, usa un'avanzatissima tecnologia di telecomunicazione (GPS/GSM), mentre la gestione del sensore remoto è associata ad algoritmi comportamentali.

Fornisce inoltre eccellenti funzioni di risposta e sorveglianza. Il sistema può essere usato in casa o all'esterno e funziona con una batteria piccola ma di lunga durata, che non richiede quindi una ricarica giornaliera. Si cercano collaborazioni con sviluppatori di telemedicina, fornitori di servizi, e integratori di sistemi sanitari.