Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Monitorare le strutture edilizie con gli ultrasuoni

È stato sviluppato un nuovo sistema a ultrasuoni per controllare le strutture edilizie.
Monitorare le strutture edilizie con gli ultrasuoni
Le tecnologie oggi sul mercato capaci di prevedere il livello di degrado di una struttura edilizia spesso falliscono; questo perché alcune possono essere usate solo in laboratorio, mentre altre forniscono solo funzioni inerenti (ad esempio i valori medi dei parametri) o sono estremamente care.

Una nuova tecnologia sfrutta un sistema a ultrasuoni e si basa sull'analisi delle onde elastiche generate dai materiali eterogenei. Il sistema contiene sonde o sensori proprietari, un software per l'acquisizione automatica dei dati, un sistema esperto di trattamento dei segnali, e una base di dati per l'archiviazione delle informazioni sulle ispezioni.

La tecnologia fornisce immagini a sezione verticale e orizzontale (con una mappatura tridimensionale) della concentrazione degli sforzi nella struttura edilizia. Si tratta di una funzione importante, perché indica i punti deboli che potrebbero mettere in pericolo l'integrità della struttura in termini di future condizioni di carico. Il sistema analizza non solo la capacità delle strutture edilizie di restare stabili in presenza dei carichi attuali e futuri, ma anche la velocità di degrado delle fondamenta dell'edificio. E tutto ciò può essere ottenuto con costi minimi.

Il nuovo sistema può essere particolarmente utile per gli specialisti in ingegneria civile/edile, per le società di manutenzione degli edifici e per i fabbricanti di strutture e parti prefabbricate in calcestruzzo rinforzato. Si cercano risorse finanziare e joint-venture per ulteriori sviluppi, produzione e commercializzazione del sistema.
Numero di registrazione: 83050 / Ultimo aggiornamento: 2006-11-27
Dominio: Tecnologie industriali