Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un'idea semplice per un sistema unico di trasporto

Ora che le strade europee sono sempre più affollate, creare spazi è diventato un problema complesso. I partner del progetto Tr@nsits non ritenevano che fosse pratico o necessario eliminare i viaggi in auto, ma piuttosto incoraggiare un passaggio al trasporto pubblico per liberare un po' di spazio.
Un'idea semplice per un sistema unico di trasporto
L'Europa è in movimento. Viaggiamo più lontano e più spesso rispetto al passato. E questa tendenza continuerà. Se continuiamo a mettere sotto pressione il sistema di trasporto, come ne risentirà la nostra qualità di vita? Il buon senso ci dice che questa tendenza non è sostenibile: qualcosa deve cambiare.

Per questo è essenziale avere un sistema di trasporto pubblico efficace e integrato. Per renderlo più allettante e incoraggiarne l'uso, è necessario soddisfare i bisogni e le aspettative in aumento dei passeggeri. Il lavoro dei partner del progetto Tr@nsits consisteva nel trovare metodi per soddisfare queste aspettative ed essere un passo avanti.

Le partnership tra governi nazionali e locali, operatori dei trasporti e urbanisti sono essenziali per rimuovere gli ostacoli all'uso del trasporto pubblico. Il progetto Tr@nsits li ha riuniti per studiare in che modo i sistemi di trasporto pubblico intelligenti (IPTS) possono contribuire a unificare tutti i loro servizi.

IPTS, nonostante non sia una panacea in grado di risolvere tutti i problemi generati dalla continua crescita della domanda di trasporti, ha fornito un numero considerevole di soluzioni. Dopo tutto l'innovazione è stata la chiave per modificare le abitudini di viaggio delle persone e nuovi servizi come le metropolitane leggere stanno già aumentando l'attrattività del trasporto pubblico.

Il progetto Tr@nsits ha sottolineato comunque la necessità di garantire che vengano fatti investimenti nelle nuove tecnologie di comunicazione e di bordo per facilitare la pianificazione dei viaggi. Ad esempio, biglietti riconosciuti da tutti e biglietti mobili inviati direttamente al cellulare sono già disponibili e offrono la comodità richiesta dai passeggeri.

Se i passeggeri danno priorità al trasporto pubblico, sarà necessario dare priorità alla pianificazione urbana. Questo implica la necessità di implementare misure dedicate come corsie extra per gli autobus e semafori intelligenti che riconoscono i veicoli con più persone a bordo. Significa anche collaborare con i consigli comunali per mettere queste misure in cima all'agenda.

In particolare tutte le parti interessate dovranno collaborare per assicurarsi che il trasporto pubblico riceva i finanziamenti necessari. L'agenda di ricerca IPTS, completata al termine del progetto, potrebbe formare la base per preparare proposte di progetti da prendere in considerazione nel Settimo programma quadro.

I partner di Tr@nsits ritengono che il segreto sia rendere il trasporto pubblico semplice ed economico per fare in modo che il più delle volte le persone usino alternative a basse emissioni di carbonio rispetto all'auto. Si otterrebbero in cambio strade più silenziose e meno congestionate, una sicurezza personale superiore e aria più pulita per tutti.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 85676 / Ultimo aggiornamento: 2010-09-06
Dominio: TI, Telecomunicazioni