Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

WADI — Risultato in breve

Project ID: 15226
Finanziato nell'ambito di: FP6-INCO
Paese: Italia

Sostenere le riserve di acqua dolce nel Mediterraneo

In molte parti del mondo, compreso il Mediterraneo, non c'è abbastanza acqua dolce. È quindi imperativo che le fonti limitate di acqua dolce nella regione del Mediterraneo siano utilizzate in maniera sostenibile.
Sostenere le riserve di acqua dolce nel Mediterraneo
Il Mediterraneo è stato individuato come una regione particolarmente sensibile al cambiamento climatico. I cambiamenti nei modelli di precipitazione potrebbero aggravare i problemi che i suoi abitanti già affrontano sulla mancanza di risorse di acqua dolce affidabili.

Il progetto WADI ("Sustainable management of Mediterranean coastal fresh and transitional water bodies: a socio-economic and environmental analysis of changes and trends to enhance and sustain stakeholder benefits"), che ha ricevuto finanziamenti da parte dell'Unione europea, ha riunito ricercatori provenienti da tutte le sponde del Mediterraneo per affrontare questo problema. Sono stati selezionati vari casi di studio, esaminando i diversi tipi di corpi di acqua dolce nei paesi di tutta la regione.

È stata condotta una ricerca sul numero e il tipo di utenti di queste preziose risorse. Sono stati organizzati incontri con i principali interlocutori e si è cercato di stabilire una comunicazione bidirezionale. Sono stati raccolti dati storici, basati sul genere e anche archeologici, poi inseriti in un sistema di informazione geografica (GIS). La referenziazione geografica e temporale dei dati ha consentito una dettagliata analisi spaziale e temporale dei dati.

Dallo studio sono emerse raccomandazioni, che sono poi state condivise con il governo locale e con la popolazione. Va notato che gli scenari alternativi di gestione sono anche applicabili ad altre aree.

Infine, si è cercato di estendere la rete di esperti creata durante WADI oltre la fine del progetto. Lavorando con i contatti locali stabiliti nel contesto dei casi di studio, la rete può continuare la ricerca di una soluzione sostenibile.

Informazioni correlate