Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

SUSAN — Risultato in breve

Project ID: 16079
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Germania

Acque reflue per fertilizzare i terreni coltivabili nell'UE?

Un nuovo approccio in due fasi per trasformare i fanghi di scarico in fertilizzante aiuterà l'UE a risparmiare sulle importazioni di fosforo. A sua volta questo contribuirà a potenziare l’agricoltura in modo sostenibile ed ecocompatibile.
Acque reflue per fertilizzare i terreni coltivabili nell'UE?
I fanghi degli scarichi comunali potrebbero essere sicuri da usare e utili per l'agricoltura potendo rimuovere gli inquinanti nocivi, quali pesticidi, piombo, patogeni e farmaci. I fanghi contengono grandi quantità di fosforo, di cui c'è molto bisogno e che può essere molto utile per fertilizzare i terreni agricoli.

Il progetto UE SUSAN (Sustainable and safe re-use of municipal sewage sludge for nutrient recovery) ha studiato i processi per trasformare i fanghi in fertilizzante sicuro. Ha concluso che si potrebbe usare un processo chiamato monoincenerimento per distruggere tutti i patogeni e gli inquinanti organici prima di avviare il recupero del fosforo. Ha però anche osservato che il processo di incenerimento si deve effettuare in una struttura che tratta solo le acque reflue e non altri tipi di rifiuti. Questo è importante per evitare la diluizione di sostanze preziose come il fosforo.

È necessaria anche un'altra fase per ridurre i metalli pesanti nei fanghi e per migliorare la biodisponibilità del fosforo. Il progetto si è occupato dello sviluppo di una tecnologia ecocompatibile per trattare i fanghi in modo da promuovere lo sviluppo di nutrienti. Il trattamento termico in due fasi è riuscito a distruggere gli inquinanti organici con il monoincenerimento prima di rimuovere i metalli tramite processi termochimici. Le ceneri ottenute contengono circa il 20% di fosforo biodegradabile, nonché calcio, potassio e magnesio, proprietà ideali per la produzione di fertilizzanti.

Poiché il fosforo è una fonte non rinnovabile che potrebbe scarseggiare, in particolare in Europa, questa tecnologia consentirà all'UE di produrre la propria fonte di fosforo invece di importarlo dall'estero. Presto in Europa verranno create nuove e ampie strutture per trattare le ceneri di fanghi residuati ed è già in corso uno studio pilota.

Concludendo, queste innovazioni promuoveranno l'agricoltura e offriranno un metodo ecocompatibile ed efficiente per produrre fertilizzante per l'UE.

Informazioni correlate