Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

GREASOLINE — Risultato in breve

Project ID: 18109
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Germania

Il grasso di scarto alimenterà gli impianti e l'economia in Europa

Gli scienziati europei hanno sviluppato un metodo per convertire il grasso di scarto in un combustibile ad alta qualità. Si tratterebbe di un prodotto ideale per gli impianti greasoline e potrebbe dare una spinta alle piccole imprese nel settore.
Il grasso di scarto alimenterà gli impianti e l'economia in Europa
L'obiettivo del progetto Greasoline (New technology for conversion of waste fats to high-quality fuels) era convertire i grassi di scarto in diesel e cherosene. Il progetto finanziato dall'UE ha generato idrocarburi dagli acidi grassi usando una pirolisi catalitica, un processo per scomporre il materiale organico usando il calore in assenza di ossigeno. Il catalizzatore utilizzato era carbone attivo, che presenta diversi vantaggi in fatto di applicabilità, struttura e rigenerazione.

I ricercatori hanno dimostrato che grassi e oli di scarto di scarsa qualità contengono livelli elevati di acidi grassi, un prodotto a basso costo ideale per gli impianti di Greasoline. Pertanto la tecnologia sviluppata dal consorzio può contribuire alle forniture di biocarburante senza influire sulle preziose riserve alimentari.

I partner di progetto hanno condotto lavori teorici e sperimentali per sviluppare il processo prima su scala di laboratorio e poi su scala pilota. Dopo i test preliminari dei sistemi di controllo ed emergenza, è stato reso operativo un impianto più grande in grado di convertire tre kg di grasso di scarto all'ora.

La raccolta di grassi di scarto e il funzionamento degli impianti è un'importante opportunità commerciale per le piccole e medie imprese (PMI) europee. La tecnologia si può esportare in tutto il mondo per contribuire a ridurre l'estrazione di combustibili fossili dall'ambiente naturale.

Informazioni correlate