Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

TLC — Risultato in breve

Project ID: 12326
Finanziato nell'ambito di: FP6-AEROSPACE
Paese: Francia

Combustione povera per un'aviazione più pulita

Le emissioni causate dalle attività dell'aviazione hanno un impatto sulla qualità dell'aria a livello locale e sull'ambiente globale in generale. Un importante mezzo per controllare tali emissioni è il miglioramento della tecnologia di combustione.
Combustione povera per un'aviazione più pulita
L'uso di miscele sufficientemente povere di combustibile in un motore a combustione interna offre un'efficienza elevata e basse emissioni. Di conseguenza i progressi nella combustione povera potrebbero ridurre le emissioni di NOx durante il ciclo di decollo e atterraggio (LTO) e a velocità di crociera. Ma per tutti gli elementi positivi della combustione povera i sistemi di iniezione sono di importanza fondamentale per sfruttare i vantaggi del suo utilizzo.

Il progetto TLC ("Towards lean combustion"), finanziato dall'UE, ha reso questa problematica il suo obiettivo tecnologico per migliorare i livelli di combustione povera. Il consorzio TLC ha riunito 19 partner di 6 paesi europei, inclusi centri di ricerca, università, laboratori ed esperti in tecnologia di camere di combustione degli aviomotori.

Le attività puntavano a ottenere una maturità sufficiente per la camera di combustione anulare singola e l'obiettivo era ridurre notevolmente le emissioni di NOx sia per la qualità dell'aria locale che globale. Sulle camere di combustione monosettore o tubolari è stata condotta una serie di esperimenti di vasta portata con lo scopo di raggiungere questi obiettivi.

I ricercatori hanno valutato come le loro prestazioni ed efficienza potrebbero essere influenzate dalle caratteristiche particolari delle emissioni gassose e della formazione di fuliggine. Quest'ultima, in gran parte composta da particelle di carbonio, è prodotta durante la combustione incompleta in cui livelli di ossigeno insufficienti non consentono al carburante di essere ossidato completamente. Per questo motivo i partner di progetto hanno lavorato all'adattamento delle ultime tecniche di misurazione basate su laser non intrusive per valutare le reali condizioni nelle camere di combustione. Questo approccio si è anche concentrato sulla loro applicazione negli esperimenti che si occupano di diversi concetti di sistemi di iniezione.

I membri dell'equipe TLC hanno valutato sperimentalmente tutte le condizioni operative e i rischi di auto-accensione e ritorno, nonché i limiti di estinzione. Le simulazioni di fluidodinamica computazionale (CFD) avanzate sono state usate per sfruttare i dati ottenuti dagli esperimenti e facilitare così la calibrazione degli ultimi codici nelle previsioni delle emissioni.

Informazioni correlate