Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

N2T2 DEVICES — Risultato in breve

Project ID: 17481
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Germania

Processi con nanomodelli per migliorare le tecnologie di fabbricazione

Tecnologie di fabbricazione come la modellazione, lo stampaggio, l'impressione e la goffratura a sbalzo possono beneficiare notevolmente da nanomodelli realizzati con materiali resistenti.
Processi con nanomodelli per migliorare le tecnologie di fabbricazione
Competitività, tecnologie convenienti e processi più rapidi di nanoproduzione sono i motori che salveranno l'industria europea tramite lo sviluppo di processi con nanomodelli efficienti.

Con il progetto finanziato dall'UE N2T2 Devices ("Novel nano-template technology and its applications to the fabrication of novel photonic devices"), è stata sviluppata una nanoimpressione a scala wafer per apportare considerevoli migliorie in questo campo; la nuova tecnologia si basa su film sottili in allumina porosa e su una tecnologia avanzata per la realizzazione di elementi fotonici di dimensioni trascurabili rispetto alla lunghezza d'onda, con funzionalità superiori.

Lo scopo del progetto N2T2 Devices è la realizzazione di prodotti e processi finalizzati alla crescita a lungo termine, alla competitività e alla sostenibilità in una linea commerciale di prodotti e processi. Gli esponenti di vari settori di esperienza si sono riuniti per sviluppare tecnologie avanzate collegate a pannelli solari a basso costo, LED a elevata luminosità e dispositivi ottici a cristalli fotonici, e con il progetto la replicazione di massa è stata abbinata all'elettronica quantistica.

Lo sviluppo di campioni di dispositivi è stato incentivato grazie ad alleanze strategiche con partner extraeuropei, e i partner industriali, che hanno diffuso i loro risultati ad aziende in grado di sfruttarli, sono stati riconosciuti leader nel campo in virtù dell'eccezionale successo del progetto. Parallelamente, la ricerca effettuata nel settore dalle istituzioni accademiche ha incoraggiato il coinvolgimento degli studenti di dottorato e del personale post-dottorato in questo nuovo campo.

Queste partnership appena create e la miniera di dati emersi dal progetto si dimostrano particolarmente promettenti per i nanomodelli, per l'illuminazione, per l'energia solare o altre applicazioni; i risultati del progetto, intanto, sono già utilizzati in altri progetti europei di ricerca, per cui nei prossimi anni verranno sfruttati fino in fondo.

Informazioni correlate