Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

DIAMOND — Risultato in breve

Project ID: 17573
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME

Le basi per un trattamento avanzato del cancro

Il cancro colpisce milioni di europei ogni anno, per cui la riduzione dei costi e l'aumento della disponibilità dei trattamento sono prioritari; in tal senso, i progressi delle tecniche radioterapiche sono fondamentali.
Le basi per un trattamento avanzato del cancro
La radioterapia è impiegata per il trattamento di circa la metà dei casi di cancro e i progressi nelle tecniche radioterapiche si dimostrano notevolmente utili; una di queste tecniche è costituita dalla terapia radiante a intensità modulata o IMRT (Intensity-Modulated Radiation Therapy), che tuttavia presenta un ostacolo all'applicazione su larga scala: l'impossibilità di ottenere dalle tecniche dosimetriche tradizionali le misurazioni ad alta velocità e ad alta risoluzione necessarie per la taratura degli strumenti di IMRT, per cui le procedure preparatorie richiedono molto tempo e limitano notevolmente la possibilità di utilizzare questa soluzione per un numero maggiore di pazienti.

Con il progetto Diamond ("The development of an innovative, accurate, monolithic, CVD diamond array based radiation dosimeter system"), i ricercatori hanno cercato di aumentare la precisione e il rendimento delle metodologie dosimetriche necessarie per l'applicazione della tecnologia IMRT. Con il progetto, finanziato dall'UE, è stata adottata una metodologia che si è avvalsa anche dei contributi delle PMI, particolarmente utili per l'apertura di un nuovo mercato e per l'adempimento dei requisiti attuali. Sono state identificate tre problematiche principali: lo sviluppo di rivelatori a matrici di diamanti CVD, la realizzazione di apparecchiature elettroniche avanzate per la lettura dei dati e l'integrazione dei principali componenti del sistema.

I partner del progetto hanno sviluppato una matrice unidimensionale (1D) di 50 rivelatori con risoluzione di 500 micron in grado di integrarsi nelle apparecchiature elettroniche per la lettura dei dati. Molte specifiche dosimetriche (ad esempio priming, tempo di salita e tempo di esaurimento brevi) sono state soddisfatte e sono state fabbricate e sperimentate più di 100 strutture dosimetriche. Gli ultimi sviluppi sono stati possibili grazie al miglioramento delle tecniche di fabbricazione e di caratterizzazione apportato dai membri del team dopo lo sviluppo della tecnologia di base per la realizzazione dei dispositivi.

Come attività principali, è stata confermata la validità della piattaforma di sviluppo, è stato realizzato un diamante CVD con le caratteristiche idonee, sono stati ottimizzati i contatti elettrici, è stata predisposta una struttura di dispositivi generici ed è stato studiato il trattamento dopo lo sviluppo.

Particolarmente importanti sono state anche le attività relative all'elettronica, che hanno registrato sviluppi positivi; il membri del progetto Diamond hanno sviluppato un nuovo microchip analogico a raggi X per la gestione diretta della funzione del sistema di condizionamento del segnale per il sistema di lettura dei dati a matrice di diamanti CVD, e sono state sviluppate e integrate le apparecchiature essenziali per il sistema, che sono state sottoposte alle verifiche iniziali.

Informazioni correlate