Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

BIODIAGNOSTICS — Risultato in breve

Project ID: 17002
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Svezia

Migliori strumenti diagnostici per la lettura dello stato biologico

Una tendenza sempre maggiore alla diagnosi di patologie paziente-specifiche richiede progressi nei metodi e nelle apparecchiature dei saggi biologici. Un progetto finanziato dall'UE ha sviluppato una tecnologia magnetica basata su strutture nanotech che possono contribuire a realizzare risultati migliori.
Migliori strumenti diagnostici per la lettura dello stato biologico
Il progetto Biodiagnostics ("Biological diagnostic tools using microsystems and supersensitive magnetic detection") ha cercato di sviluppare nuovi strumenti di diagnostica medica basata su tecnologie di rivelazione sensibili disponibili. L'obiettivo di Biodiagnostics è stato quello di realizzare letture ottimizzate dello stato biologico in campo magnetico utilizzando sia nanoparticelle sia substrati magnetici, nonché la lettura dello spin atomico nucleare.

Le tecnologie concorrenti punto di riferimento unitamente a un sistema modello offrono una comprensione unica delle differenze e dei vantaggi dei vari sistemi. I partner del progetto si sono avvalsi di una tecnologia del sistema di lettura del campo magnetico pura con una sensibilità pressoché indipendente di frequenza e campo magnetico.

I piani realizzati per le tecnologie sviluppate sono stati sfruttati in numerose applicazioni selezionate, tra cui risonanza magnetica nucleare (RMN) e risonanza magnetica per immagini (RMI). Allo stesso tempo, il lavoro sulle nanoparticelle magnetiche appositamente adattate è stato finalizzato allo sviluppo di nuovi agenti di contrasto bersaglio-specifici per entrambe le applicazioni.

Lo strumento sviluppato è un suscettometro magnetico già in uso per la caratterizzazione magnetica delle nanoparticelle, in grado di seguire le reazioni di legame delle sostanze sulla superficie delle particelle.

Ulteriori attività si sono focalizzate su dispositivi superconduttori di interferenza quantistica (SQUID) per la fornitura di sistemi di lettura a basso rumore per RMN e RMI a banda larga a bassa frequenza. La strumentazione SQUID basata su sensore è in grado di leggere array di saggi immunologici, nonché di rivelare il trasporto di nanoparticelle magnetiche in vivo.

Gli studi hanno rivelato miglioramenti nel rilevamento di un ordine di grandezza rispetto al saggio immunoassorbente legato ad enzima (ELISA), con previsioni che indicano miglioramenti di due o forse tre ordini di grandezza. Il loro impiego è possibile in studi da condurre sia in vitro sia in vivo.

Unendo studi di biofisica, medicina ed elettronica con prospettive per l'utente finale si è mirato a garantire la pertinenza della richiesta e a trarre vantaggio da competenze di alto livello da ogni campo.

Informazioni correlate