Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

ARGES — Risultato in breve

Project ID: 18936
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Germania

L'infiammazione dopo l'ictus dipende dall'età?

Un'iniziativa finanziata dall'UE ha scoperto come l'età incide sull'infiammazione dopo l'ictus.
L'infiammazione dopo l'ictus dipende dall'età?
L'ischemia cerebrale (o ictus) costituisce un importante problema sanitario in tutto il mondo. La somministrazione di attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) rappresenta un trattamento efficace che, tuttavia, può essere adottato esclusivamente se avviene entro un certo limite di tempo dall'ictus. Ciò impone lo sviluppo di strategie di trattamento per la protezione cerebrale oltre tale iniziale periodo circoscritto.

Molte indicazioni evidenziano che gli eventi che si verificano nel cervello dopo l'ictus dipendono dall'età. Le strategie neuroprotettive non hanno sortito esiti positivi, forse a causa della progettazione imperfetta degli studi originali. I risultati che emergono dalle sperimentazioni cliniche mostrano una stretta associazione tra le infezioni post-ictus e le conseguenze neurologiche.

Tenendo conto di ciò, il progetto Arges ("Age-dependent inflammatory responses after stroke") si proponeva di caratterizzare gli eventuali cambiamenti dipendenti dall'età nelle risposte immunitarie locali e sistemiche dopo un ictus. Per realizzare tale obiettivo, hanno utilizzato un modello animale e hanno eseguito vaste analisi transcrizionali, proteomiche e biochimiche. Utilizzando analisi di genoma completo, i partner di progetto sono riusciti a identificare geni e vie che avevano subito effetti significativi a seguito dell'ictus in combinazione con l'invecchiamento.

L'associazione tra ictus e immunità proveniva dalla conclusione secondo cui la regolazione di cellule microgliali (immunociti del sistema nervoso centrale) risultava alterata dopo l'ictus. Ciò suggerisce chiaramente che dopo l'ictus, l'equilibrio immunitario subisce perturbazioni. Il progetto è riuscito a definire nuovi geni e proteine responsabili del recupero in funzione dell'età, nonché a caratterizzare la risposta infiammatoria post-ictus .

Nel complesso, lo studio ha fornito una caratterizzazione approfondita delle risposte immunitarie che si verificano dopo l'ictus e, se uniti ai dati del paziente, i risultati dello studio potrebbero spianare la via a diagnosi e terapie migliori in pazienti anziani. Le applicazioni di questi risultati di ricerca potrebbero includere nuove opzioni terapeutiche regolate per età per ridurre gli effetti causati dall'infiammazione sistemica e la soppressione immunitaria dopo l'ictus.

Informazioni correlate