Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

IMMUNOLEGIO — Risultato in breve

Project ID: 32169
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Ungheria

Limitare il rischio della legionellosi in Europa

Un gruppo di scienziati ha sviluppato un nuovo biosensore che sfrutta le proprietà magnetiche dei batteri Legionella. Questo sviluppo facilita il loro rilevamento precoce nell'acqua potabile e limita il rischio di future epidemie.
Limitare il rischio della legionellosi in Europa
La legionellosi è contratta ogni anno da diverse migliaia di europei, per alcuni dei quali la malattia risulta fatale. I batteri Legionella, causa della malattia, si trovano nelle nostre riserve d'acqua e possono raggiungere livelli pericolosi in condizioni a loro favorevoli.

Sfortunatamente i metodi di rilevamento tradizionali sono lenti e soggetti a una serie di altri problemi. Al fine di evitare serie epidemie, è necessario un approccio più efficace. Questo è stato l'obiettivo del progetto Immunolegio ("Rapid biotechniques based on immunosensors for in situ detection of legionella in industrial and environmental water samples"), finanziato dall'UE.

Anziché raccogliere campioni d'acqua da sottoporre a lunghi esami in laboratorio, è stato sviluppato un biosensore in situ che sfrutta la reazione dei batteri Legionella quando esposti a un campo magnetico. Sono stati identificati anticorpi appropriati, attaccati al chip del sensore tramite perline paramagnetiche.

Il team Immunolegio è riuscito anche a vincere la sfida di racchiudere tutta l'elettronica e i software all'interno di un'unità portatile palmare: un requisito d'uso fondamentale. Le difficoltà iniziali con l'analisi dei campioni sono state superate col passaggio a un formato in 'batch'. Test e regolazioni di vasta portata hanno contribuito a migliorare ulteriormente le prestazioni del biosensore riducendo contemporaneamente i costi di produzione.

Vista la natura innovativa della strumentazione, ai potenziali utenti finali sono state messe a disposizione documentazione e formazione accurate. Fornendo un riscontro molto più veloce sulle concentrazioni di Legionella, il nuovo biosensore contribuirà a ridurre l'esposizione della popolazione ai livelli critici di questi pericolosi batteri.

Informazioni correlate