Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

ADIGMA — Risultato in breve

Project ID: 30719
Finanziato nell'ambito di: FP6-AEROSPACE
Paese: Germania

Rendere più aerodinamica la progettazione di velivoli

Un gruppo di scienziati ha compiuto progressi nel software, che miglioreranno la progettazione di nuovi velivoli. I risultati positivi realizzati in questo campo significheranno migliori aerei in tempi più brevi.
Rendere più aerodinamica la progettazione di velivoli
Il tempo che intercorre tra l'ideazione di un nuovo velivolo e la sua commercializzazione può oltrepassare i 10 anni. Durante il suo sviluppo, si impiegano complessi scenari di simulazione per prevedere il comportamento del nuovo velivolo. I modelli in scala ridotta sono quindi testati nelle gallerie del vento per verificare l'aerodinamica del velivolo. Tuttavia, la limitatezza degli attuali strumenti numerici per tali simulazioni aeree riduce la portata delle innovazioni nello sviluppo dei velivoli e circoscrive su livelli conservativi la progettazione aeronautica.

Il progetto Adigma ("Adaptive higher-order variational methods for aerodynamic applications in industry"), finanziato dall'UE, si proponeva principalmente di migliorare tale situazione. Al progetto hanno collaborato 22 organizzazioni di 10 paesi, dotate di una collaudata competenza in fluidodinamica computazionale (CFD). Tale tecnica si serve di metodi numerici per analizzare i flussi di fluidi come la turbolenza aeronautica.

I partner hanno sviluppato innovative tecniche di simulazione numerica, che consentono notevoli miglioramenti in termini di efficienza, precisione e affidabilità. La maggiore precisione delle simulazioni con tempi di risposta ridotti e costi minori consentirà una maggiore diffusione dell'utilizzo della CFD, con esiti particolarmente importanti nelle simulazioni aerodinamiche su grande scala e, di conseguenza, un miglioramento del processo di progettazione aerodinamica in tutte le fasi dello sviluppo del velivolo.

I nuovi metodi descritti potranno ridurre significativamente sia il tempo necessario per sviluppare nuovi aerei, sia le relative tempistiche di commercializzazione, realizzando un passo avanti essenziale nel potenziamento della competitività del settore aeronautico europeo nel mercato globale.

Informazioni correlate