Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

CREDOS — Risultato in breve

Project ID: 30837
Finanziato nell'ambito di: FP6-AEROSPACE
Paese: Belgio

La riduzione delle code nel traffico aeroportuale

Con un progetto finanziato dall'UE è stata appurata la validità di un'idea per poter diminuire in sicurezza i tempi tra un decollo e l'altro dovuti al vento al traverso, e con ulteriori sviluppi i passeggeri potrebbero evitare il tempo perso in aeroporto nell'attesa di poter partire.
La riduzione delle code nel traffico aeroportuale
Quando gli aeroplani decollano, disturbano l'aria che si lasciano dietro, per cui prima di far decollare un altro aereo occorre attendere un determinato lasso di tempo, cioè la minima separazione per la turbolenza di scia, per poter garantire la massima sicurezza. Una ricerca recente suggerisce che questo intervallo di tempo standard può essere ridotto in determinate condizioni, mantenendo i livelli di sicurezza attuali.

Il progetto Credos ("Crosswind-reduced separations for departure operations") si proponeva di appurare la validità di questa ipotesi. Anche se lo scopo iniziale era limitato alle partenze su un'unica pista, l'idea del progetto rappresenta una soluzione possibile per il miglioramento della capacità degli aeroporti e per la riduzione dei ritardi.

Un lavoro precedente ha suggerito che al di sopra di una determinata soglia di vento al traverso i vortici si esauriscono fuori del corridoio di volo e non rappresentano più un pericolo al passaggio dell'aeromobile successivo. Dal momento che numerosi aeroporti europei operano in condizioni di vento al traverso per lunghi periodi di tempo, il potenziale per ridurre le separazioni degli aeromobili è notevole.

Con il progetto è stata studiata la fattibilità di questo approccio analizzando approfonditamente la situazione nei decolli in condizioni di vento al traverso. Il lavoro è stato portato avanti da 11 organizzazioni europee che hanno collaborato strettamente con la FAA (Federal Aviation Administration), l'ente aeronautico federale degli Stati Uniti.

Con il progetto Credos sono stati misurati i disturbi dell'aria causati dal decollo di un aeromobile in aeroporti americani ed europei, e i ricercatori hanno utilizzato questi dati per sviluppare modelli di comportamento dei vortici causati dalle scie. Tramite tecniche di simulazione delle partenze degli aeromobili, questi modelli sono stati utilizzati per determinare i tempi di separazione sicuri in varie condizioni di vento al traverso. L'idea formulata con il progetto per ridurre l'intervallo di tempo tra le partenze in condizioni di vento al traverso, quindi, è stata sviluppata e confermata, e nel lungo termine è probabile che sarà possibile ridurre il tempo atteso negli aeroporti prima del decollo.

Informazioni correlate