Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Garantire il perfetto stato delle petroliere a seguito di riparazioni

Le riparazioni sono tenute a rendere le petroliere più sicure garantendo loro una migliore navigabilità, ma possono a volte causare problemi strutturali imprevisti. Questo deve essere destinato a garantire il perfetto stato delle flotte di petroliere dell'Europa.
Garantire il perfetto stato delle petroliere a seguito di riparazioni
La petroliera Erika, andati in pezzi durante una tempesta nel 1999, ha rovesciato oltre 10.000 tonnellate di olio combustibile pesante. Per evitare il ripetersi di una simile catastrofe in futuro, l'UE ha definito una risposta legislativa. Tuttavia, le catastrofi nautiche continuano a verificarsi nelle acque europee, come è stato dimostrato dal naufragio della petroliera Prestige nel 2002.

Negli incidenti delle petroliere possono aver giocato un ruolo significativo numerose carenze strutturali. L'indagine condotta a seguito del disastro della Prestige ha individuato la necessità di migliorare le tecniche per la rilevazione dei difetti e dei punti deboli durante e dopo le indagini e riparazioni, oltre a quella di ridurre gli effetti negativi delle riparazioni.

Il progetto ALERT ("Assessment of life-cycle effect of repairs on tankers") finanziato dall'UE è stato lanciato in risposta a ciàò e ha cercato di condurre un esame approfondito delle prassi correnti di riparazione navale raccomandando miglioramenti ai processi sottostanti, in consultazione con l'industria di riferimento.

Le aree potenziali di ricerca e sviluppo indagate da parte dei ricercatori del progetto ALERT hanno incluso le prassi di restauro delle navi, il monitoraggio delle condizioni delle navi, i metodi di valutazione strutturale correlata alle riparazioni e la gestione del ciclo di vita delle navi. L'esperienza e la conoscenza acquisite sono state comunicate al settore industriale, accademico e al grande pubblico attraverso pubblicazioni, conferenze e presentazioni attraverso il sito Internet del progetto.

Informazioni correlate