Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

EPIPAGRI — Risultato in breve

Project ID: 22973
Finanziato nell'ambito di: FP6-FOOD
Paese: Francia

Una gestione più efficace della proprietà intellettuale

È stata creata una rete europea finalizzata allo sviluppo di un approccio collettivo per la gestione della proprietà intellettuale (IP) nell'ambito della ricerca agricola. Si prevede un rafforzamento della competitività europea degli organismi pubblici di ricerca grazie ai risultati di questa iniziativa.
Una gestione più efficace della proprietà intellettuale
Il settore delle biotecnologie dipende ampiamente dalla corretta divulgazione dei risultati e delle scoperte nell'ambito della ricerca. Per rendere possibile il trasferimento delle nuove tecnologie e dei nuovi prodotti nel settore industriale, è necessario utilizzare i diritti di proprietà intellettuale (IPR) dei brevetti. Tuttavia, i portafogli della IP pubblica nel campo agricolo sono spesso frammentati e ciò ostacola l'accesso alle innovazioni e la commercializzazione delle stesse.

L'obiettivo principale del progetto Epipagri ("Towards European collective management of public intellectual property for agricultural biotechnologies"), finanziato dall'UE, consiste nella creazione di una gestione della IP congiunta di organi pubblici di ricerca (PRO) coinvolti nella ricerca in ambito agricolo.

Le attività della rete prevedevano lo sviluppo di un sistema informativo sui brevetti accompagnato da un database contenente tutti i brevetti posseduti dai PRO europei. Sono stati inoltre utilizzati software per la raccolta, l'estrazione e l'analisi delle informazioni sulla IP. I brevetti sono stati successivamente raggruppati in base alle relative applicazioni tecnologiche allo scopo di facilitarne l'accesso e la potenziale commercializzazione. È stato inoltre condotto uno studio ai fini dell'identificazione della IP che non viene utilizzata dal settore industriale.

In generale, la rete Epipagri era focalizzata sul superamento dell'attuale situazione della cosiddetta "selva dei brevetti" o degli IPR che si sovrappongono allo scopo di commercializzare nuovi prodotti tecnologici. La divulgazione dei risultati condivisi sui brevetti dell'iniziativa Epipagri tra le parti interessate consentirà di migliorare l'utilizzo dei diritti di IP in un modo più efficiente dal punto di vista dei costi e di facilitare il trasferimento della tecnologia verso il settore industriale. Infine, si ritiene che un approccio del genere garantirà una promozione delle collaborazioni in Europa e una maggiore competitività delle piccole imprese agricole.

Informazioni correlate