Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

ECOMANAGE — Risultato in breve

Project ID: 3715
Finanziato nell'ambito di: FP6-INCO
Paese: Portogallo

Come influire sulla gestione degli ecosistemi costieri?

Per salvaguardare e proteggere gli ecosistemi delle zone costiere occorre studiare gli effetti delle attività dell'uomo, per cui un consorzio internazionale ha sviluppato un approccio integrato per la gestione degli ecosistemi.
Come influire sulla gestione degli ecosistemi costieri?
Gli scienziati stanno cominciando a comprendere la stretta interconnessione tra l'attività umana e la gestione degli ecosistemi; per conservare l'ambiente è necessario valutare l'intervento dell'uomo sui sistemi ambientali delle coste e degli estuari.

Per gestire questa problematica, il progetto Ecomanage ("Integrated ecological coastal zone management system"), finanziato dall'UE, è incentrato sullo sviluppo di strumenti idonei per la gestione degli ecosistemi costieri.

Gli scienziati hanno considerato la dipendenza di una zona costiera dalle pressioni locali, ma anche dalle pressioni che hanno origine nei bacini di drenaggio, il cui trasporto avviene principalmente tramite i fiumi e le falde acquifere sotterranee; gli studiosi, inoltre, hanno appurato che le attività socioeconomiche sono i fattori che si incidono maggiormente su tali pressioni e ne hanno evidenziato l'impatto sull'ecosistema che si ripercuote sugli aspetti socioeconomici. Il consorzio, quindi, ha sottolineato che l'impatto delle attività umane dipende dalle caratteristiche dell'ecosistema che assieme ai carichi determina lo stato ecologico.

I partner del progetto hanno sviluppato alcuni strumenti basati su modelli matematici per l'esame degli effetti del rilascio dei carichi nel mare o tramite i fiumi; questi strumenti sono stati applicati in tre differenti zone costiere sudamericane con un vasto spettro ambientale e numerose attività umane. Il rapporto tra le cause e gli effetti della pressione ambientale sono stati identificati utilizzando il modello DPSIR (Driving forces, Pressures, States, Impacts and Responses), che valuta forze trainanti, pressioni, stato, impatto e risposte; i dati sul campo e i risultati della modellazione sono stati inclusi in un sistema spaziale di assistenza per processi decisionali, o SDSS (Spatial Decision Support System), per la valutazione dell'impatto degli scenari di gestione e la stima del rendimento. Oltre all'instaurazione di collaborazioni internazionali, gli interessati erano motivati a partecipare anche al processo decisionale.

La divulgazione delle attività e delle iniziative del progetto Ecomanage, anche grazie alla pubblicazione di un volume, ha raggiunto la consapevolezza del pubblico sull'influenza delle attività umane sugli ecosistemi costieri, per cui si prevede che l'applicazione degli strumenti Ecomanage fornirà le linee-guida per il ripristino e uno sviluppo sostenibile di questi ecosistemi.

Informazioni correlate