Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

PREWIND — Risultato in breve

Project ID: 500736
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Germania

Oltre quello che l'occhio può vedere

I vasti parchi eolici formati da tante turbine con pale rotore molto grandi sono oggi una vista frequente in tutto il paesaggio europeo. Un'iniziativa finanziata dall'UE ha valutato nuove tecniche per assicurare la qualità delle turbine eoliche, con risultati che promettono di migliorare la loro sicurezza e convenienza.
Oltre quello che l'occhio può vedere
Il normale funzionamento delle turbine danneggia le pale rotore, diminuendone la durata di funzionamento, aumenta i costi operativi e minaccia la sicurezza. Attualmente, la maggior parte dei produttori di pale rotore esegue un controllo finale tramite un'ispezione visiva e acustica da parte di un perito tecnico, lasciando evidentemente grande spazio all'errore umano. Una piccola parte utilizza la termografia passiva per la verifica finale sull'aderenza delle parti, ma ciò può essere eseguito solo mentre le parti sono ancora calde dopo la produzione.

Il progetto Prewind ("Development of a methodology for preventive maintenance of wind turbines trough the use of thermography") è stato ideato per l'applicazione della tecnologia della termografia attiva e passiva al rilevamento precoce di danni alle pale rotore. I controlli non distruttivi (CND) proposti, che utilizzano la termografia attiva, possono essere eseguiti in qualsiasi fase del ciclo di vita di una pala rotore, e sono importanti per la produzione, l'assemblaggio in sito e la manutenzione, nonché per l'uso da parte degli ispettori assicurativi.

I ricercatori hanno prima eseguito una valutazione dei tipici guasti, metodi di controllo della qualità, standard di qualità e requisiti di produzione. Sono giunti alla conclusione che i fattori di maggior criticità che agiscono sul funzionamento delle turbine eoliche sono i collegamenti elettrici, i sistemi elettrici e le pale rotore, in ordine d'importanza.

I ricercatori hanno poi sviluppato metodologie Prewind per la termografia passiva nella valutazione delle parti elettriche e meccaniche e per la termografia attiva nell'ispezione delle pale rotore, inclusa la selezione della macchina fotografica e della fonte di calore, tra le altre. Per completare il rilevamento accurato del danno con una valutazione della sua gravità, i ricercatori hanno catalogato i difetti tipici tramite estensione delle prove in sito, al fine di raccogliere quante più informazioni possibili.

Infine hanno sviluppato uno strumento di e-learning per i tecnici controllori di turbine eoliche, che includeva moduli sulla termografia come scienza, la termografia applicata all'ispezione delle turbine eoliche e sulla stessa metodologia Prewind.

Riassumendo, il progetto Prewind ha significativamente migliorato lo stato della tecnologia e della metodologia per il controllo delle turbine eoliche, che fino ad ora facevano fondamentalmente affidamento sull'ispezione visiva delle parti. I risultati dovrebbero diminuire i costi aumentando efficacia e sicurezza, un vantaggio per produttori, operatori e per l'economia europea.

Informazioni correlate