Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

PLASWELD — Risultato in breve

Project ID: 32856
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Belgio

Nuova saldatura a laser per i materiali plastici

Le tecniche di saldatura a laser per l'unione di due componenti di materiale composito sono abbastanza comuni, grazie alla rapidità, alla precisione e all'affidabilità, ma non hanno ancora trovato facile applicazione alla saldatura della plastica (polimeri) a causa delle difficoltà intrinseche associate alle proprietà dei materiali. Un team di ricercatori finanziati dall'UE ha risolto queste problematiche spianando la via allo sviluppo di nuovi materiali compositi plastici migliorati, con potenziali benefici economici per l'industria e i consumatori europei.
Nuova saldatura a laser per i materiali plastici
La saldatura a laser richiede l'uso di materiali compatibili per garantire la stabilità della giunzione quando si raffredda, per cui l'utilizzo nel campo della plastica è rimasto limitato. Il progetto Plasweld ("Development of a new laser welding technique for joining different types of polymers") è stato concepito per creare un nuovo metodo che consenta la saldatura di materiali plastici chimicamente incompatibili, accelerando al tempo stesso il processo lavorando agli aspetti che richiedono più tempo nella tecnica della saldatura a laser, cioè le attività di preparazione e assemblaggio.

Il consorzio di ricerca Plasweld ha raggiunto questo obiettivo impiegando un interstrato assorbente polimerico (particolato carbonioso) applicato a un sistema di preparazione all'avanguardia. L'interstrato assorbente essenzialmente facilita la fusione controllabile e uniforme dei componenti, contribuendo alla formazione di una giunzione stabile. I ricercatori hanno ottimizzato tutti i parametri associati ai materiali, le fasi di iniezione e sovrainiezione e lo stesso processo di saldatura a laser.

Il consorzio, quindi, ha fornito importanti contributi a una nuova tecnologia che consente la saldatura a laser di polimeri incompatibili, riducendo contemporaneamente i tempi del processo. I risultati dovrebbero trovare ampia applicazione e aprire nuovi orizzonti per lo sviluppo di materiali compositi plastici.

Informazioni correlate