Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

VACCTIP — Risultato in breve

Project ID: 12161
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Svezia

Una nuova strategia per il vaccino contro l'HIV

Tra le numerose iniziative di lotta contro il virus HIV, un progetto europeo sta ponendo le basi necessarie per riuscire a ottenere il tanto atteso vaccino,
Una nuova strategia per il vaccino contro l'HIV
che finora ha eluso i tentativi dei ricercatori. È infatti necessario migliorare ulteriormente le possibili terapie per riuscire a stimolare il sistema immunitario e ottenere una risposta di portata sufficientemente ampia. Attualmente, i vaccini prendono di mira l'immunità cellulare, in cui lo stimolo della risposta immunitaria si basa su pochi epitopi o siti riconosciuti dal sistema immunitario.

La ricerca più recente ha mostrato che alcuni percorsi di immunità innata possono stimolare anche il sistema immunitario adattativo. Il progetto Vacctip ("Vaccine strategies for combined targeting of innate and adaptive immune pathways") ha messo a frutto queste scoperte per attivare le risposte immunitarie cellulari e potenziare in modo specifico la reazione umorale o di produzione degli anticorpi.

Il piano Vacctip prevedeva la produzione di due nuovi stimolanti, mirati sia al sistema non specifico che al sistema adattativo. Il polimero della proteina CD40L si lega sulle cellule che presentano gli antigeni, inducendo effetti importanti nei percorsi immunitari sia innati che adattativi. L'altro stimolante, una proteina flagellina batterica, si è dimostrato un efficace coadiuvante per l'attivazione della cascata di segnalazione delle cellule T attivate. Anche il vettore, un costrutto del cosiddetto virus della foresta Semliki, un alphavirus, sarà progettato in modo da accrescere la risposta immunitaria.

L'efficacia dei nuovi vaccini verrà valutata tramite modelli umani e sui ratti, con il monitoraggio delle risposte immunitarie non specifiche e adattative, in particolare degli effetti sulla reazione agli antigeni specifici indotta dalle cellule T e B.

Lo sviluppo di un vaccino efficace contro l'HIV è stato ostacolato per decenni dalla natura del virus e della malattia, ma la ricerca condotta dal progetto Vacctip ha indubbiamente permesso di ottenere una piattaforma sostenibile per proseguire gli studi indirizzati alla lotta contro questa grave patologia.

Informazioni correlate