Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

PAEPARD — Risultato in breve

Project ID: 43657
Finanziato nell'ambito di: FP6-COORDINATION

Aggiornare la collaborazione per la ricerca agricola

La ricerca agricola per lo sviluppo è fondamentale per promuovere il settore nel tentativo comune dello sviluppo sostenibile in Africa. Gli sforzi in questo senso, come quelli fatti da un progetto finanziato dall'UE, possono anche contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio del continente, finalizzati ad alleviare l'insicurezza alimentare e la povertà.
Aggiornare la collaborazione per la ricerca agricola
Il progetto Paepard ("Building up a platform for African-European partnership on agricultural research for development") ha lavorato per stimolare e migliorare la collaborazione tra le parti interessate alla ricerca agricola europea e africana per lo sviluppo (ARD) attraverso migliori opportunità di apprendimento reciproco e la condivisione delle conoscenze. In questo modo, l'iniziativa era volta ad aumentare il numero e il valore dei progetti di ricerca congiunti per l'ARD dell'Africa, finanziati dall'UE attraverso il Fondo europeo di sviluppo 10 (EDF10) e il settimo programma quadro (7° PQ).

I principali partner e appaltatori del progetti sono stati il FARA (Forum for Agricultural Research in Africa) e l'EFARD (European Forum on Agricultural Research for Development), attraverso le sue reti istituzionali ECART (European Consortium for Agricultural Research in the Tropics) e NATURA (Network of European Agricultural (Tropically and Sub-Tropically Oriented) Universities and Scientific Complexes Related with Agricultural Development). I membri del progetto hanno effettuato una valutazione di alcuni partenatiati ARD afro-europei insieme ad un sondaggio online di attori europei e africani, e ha tenuto tre seminari di consultazione in Africa.

I risultati e le conclusioni principali di queste attività sono stati pubblicati in un rapporto del 2007 che ha individuato una serie di vincoli importanti fondamentali per il progresso della collaborazione afro-europea in materia di ARD. Secondo i ricercatori, i partenariati ARD hanno le seguenti caratteristiche: vi è una mancanza di informazioni e conoscenze sulle opportunità di finanziamento; i partner provengono principalmente dalle università e dagli istituti di ricerca, con conseguente limitata partecipazione del settore privato o della società civile; i meccanismi di coordinamento finanziati dalla CE possono fare di più per facilitare l'interazione tra le varie parti coinvolte; i partner africani trovano difficoltà ad accedere agli strumenti comunitari di sostegno all'ARD e nell'attuazione delle norme finanziarie e amministrative.

Gli sforzi di Paepard hanno sottolineato l'importanza di una piattaforma che colleghi i due continenti per creare una comunità pratica di scienziati, agricoltori, organizzazioni non governative (ONG), e funzionari del settore privato e pubblico. Le lezioni apprese sottolineano la necessità di ulteriori partenariati di ricerca inclusivi che coinvolgono anche soggetti non-di-ricerca, intermediari neutrali che possano facilitare la comunicazione e contribuire alla formulazione di iniziative, meccanismi e risorse correlati per sostenere partenariati dinamici, e un sistema informativo efficace per informazioni rilevanti sulle opportunità di finanziamento.

Mettere in atto tali meccanismi di sostegno promette di aumentare le iniziative orientate agli obiettivi di sviluppo del millennio (MDG) e di aiutare l'Africa a beneficiare di una comunità ARD più coordinata, offrendo le competenze e conoscenze necessarie per la lotta contro la povertà e le minacce ambientali.

Informazioni correlate