Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

INMARE — Risultato in breve

Project ID: 506427
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Italia

Il trasporto del futuro viaggerà sulle vie d'acqua

Il sistema stradale e quello ferroviario sono ormai prossimi alla saturazione. Il passaggio al trasporto navale è iniziato grazie a una ricerca dell'UE, che ha raccomandato un rinnovamento completo dei sistemi di spedizione sulle vie d'acqua per renderli idonei a rispondere al prevedibile aumento della domanda.
Il trasporto del futuro viaggerà sulle vie d'acqua
Le crescenti pressioni cui deve far fronte il trasporto su gomma e su ferro in Europa indurrà infatti le aziende di trasporto e di commercio a cercare forme di spedizione alternative più sostenibili. Il trasporto su acqua costituisce la soluzione ideale e la ricerca più recente ha lavorato per verificare che, quando si verificherà il previsto aumento delle richieste, questa modalità di spedizione sia in grado di fornire un servizio sicuro, ecocompatibile ed efficiente.

Il progetto Inmare ("Technologies and methodologies for safe, environmental-friendly and efficient shipping operations of the future") ha affrontato questa difficile sfida identificando alcuni ambiti ben definiti, tra cui la necessità di aumentare l'efficienza a bordo e a terra e le risorse umane. Poiché i sistemi di supporto decisionale svolgono un ruolo cruciale, il team Inmare ha studiato la possibilità di assicurare sistemi di riserva supplementari attraverso le reti di comunicazione e ha approfondito le scelte che permetterebbero di garantire maggiore sostenibilità.

L'iniziativa ha adottato un approccio che parte dal basso, raccogliendo e traducendo i problemi sperimentati dai proprietari e dagli operatori delle imbarcazioni attraverso soluzioni fornite dalle più recenti iniziative di ricerca e sviluppo portate avanti dalle istituzioni accademiche e tecniche. Le raccomandazioni formulate da Inmare su aspetti del trasporto marittimo come protezione, sicurezza ed efficienza presuppongono un potenziamento dei collegamenti con tecnologie informative e di comunicazione avanzate che garantiscano prestazioni elevate ma che al contempo siano anche economiche.

Il sistema di navigazione globale europeo, Galileo, in combinazione con il sistema di identificazione automatica satellitare, è stato indicato come la risposta all'esigenza di sistemi di monitoraggio e informazioni sulle imbarcazioni. In particolare, l'uso del sistema di posizionamento ad alta precisione offrirà notevoli vantaggi a tutte le catene logistiche, come ad esempio nel caso di sistemi di monitoraggio specifico per facilitare le operazioni di gestione della nave, l'integrità del cargo e l'efficienza delle operazioni portuali.

Nell'ottica di una riduzione della pressione sulle risorse umane, Inmare ha raccomandato corsi di formazione tramite Internet e il ricorso a programmi software per la gestione delle attività più onerose e soggette a errori, tra cui l'amministrazione e la gestione dei documenti cartacei. La manutenzione supportata da computer e l'uso di DSS per le condizioni meteo avverse possono rivelarsi strumenti più efficienti e meno stressanti per il personale, se supportati da soluzioni informative appropriate.

Per il miglioramento della sostenibilità ambientale, inoltre, sono disponibili numerose tecnologie avanzate, tra cui sistemi alimentati a celle a combustibile, tecnologie di propulsione alternative e sistemi di trattamento per le acque delle cisterne.

Il potenziamento dell'apporto tecnologico di cui gode il settore marittimo porterà certamente a un miglioramento dell'efficienza, della sicurezza e della sua ecosostenibilità. Il trasporto via acqua si presenterà quindi agli operatori come una scelta che offre maggiore competitività e la pressione sui sistemi stradali ne risulterà ridotta.

Informazioni correlate