Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

DSS_DC — Risultato in breve

Project ID: 506354
Finanziato nell'ambito di: FP6-SUSTDEV
Paese: Norvegia

Un approccio a tutto tondo alla vulnerabilità degli impianti delle navi

Un team di ricercatori finanziato dall'UE ha apportato varie migliorie agli impianti di monitoraggio e gestione delle grosse navi che già versano in condizioni di degrado; gli esiti del progetto dovrebbero apportare beneficio sia agli armatori e all'ambiente, oltre che alla sicurezza dei passeggeri.
Un approccio a tutto tondo alla vulnerabilità degli impianti delle navi
L'obiettivo globale del progetto DSS_DC ("Decision support system for ships in degraded condition"), finanziato dall'UE, era minimizzare le perdite, i danni ambientali e il rischio per la vita umana a causa delle avarie degli impianti critici di bordo; il progetto era incentrato sullo sviluppo di sistemi di sostegno decisionale (DSS) da utilizzare per le navi che già versano in condizioni di grado, e di strumenti in grado di valutare le conseguenze dell'incaglio delle navi provocato intenzionalmente; lo scopo dei partner era l'integrazione di moduli di analisi avanzata con gli strumenti di bordo esistenti.

Con il progetto è stato ideato un sistema DSS per la gestione delle navi in stato di degrado, con l'ausilio di moduli di guida e simulazione per le principali emergenze e un filtro efficace delle informazioni da sottoporre ai diretti responsabili delle decisioni di bordo. Altri obiettivi comprendevano lo sviluppo di moduli di assistenza per le condizioni di mare grosso durante le principali emergenze e l'approntamento di sistemi per il monitoraggio remoto, il sostegno decisionale e l'assistenza di crisi da parte dei centri di controllo del traffico, oltre ai centri di comandi di bordo, e l'ampliamento dei sistemi di rilevamento e monitoraggio per la gestione delle condizioni tecniche.Il sistema del progetto DSS_DC comprende numerosi sottosistemi, modelli e metodi che coprono in larga parte gli obiettivi dell'iniziativa e forniscono mezzi avanzati per migliorare la gestione della sicurezza, ad esempio la cooperazione e l'interazione tra bordo e terra, un modulo di comunicazione bordo-terra (SCC) per ridurre il carico di lavoro dell'equipaggio e una console multifunzione (MFC) in grado di operare indipendentemente o come fonte di informazioni integrate negli impianti navali più complessi. Altri moduli sviluppati consentono di diagnosticare le avarie nei sistemi di manovra e di propulsione, valutando i danni e la solidità dello scafo, e includono un sistema DSS per l'esecuzione di manovre di incaglio intenzionali e un modulo per le rotte e il meteo (WRA) che fornisce dati meteorologici per la stima e la previsione degli sviluppi in situazioni particolari. I progressi in questi settori sono molto importanti per l'aumento della sicurezza delle grosse navi, dell'incolumità dei passeggeri e della prevenzione degli impatti ambientali.

Informazioni correlate