Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un radar che raggiunge il sottosuolo per migliorare la sicurezza ferroviaria

Un sofisticato sistema composto da un radar e da un'antenna si è dimostrato efficace nel monitoraggio dei tracciati ferroviari, incrementando la sicurezza e riducendo i tempi di fermo per i treni.
Un radar che raggiunge il sottosuolo per migliorare la sicurezza ferroviaria
La sicurezza ferroviaria con i moderni treni ad alta velocità non può essere monitorata solo dall'uomo, ma richiede sistemi all'avanguardia, e per monitorare le condizioni delle sottostrutture critiche e delle caratteristiche geologiche dei tracciati ferroviari si ricorre sempre più spesso agli impianti GPR (Ground Penetrating Radar).Con il progetto SAFE-RAIL ("Development of an innovative ground penetrating radar system for fast and efficient monitoring of rail track substructure conditions"), finanziato dall'UE, è stato sviluppato un GPR estremamente avanzato per migliorare ulteriormente la sicurezza ferroviaria; il prototipo del sistema è riuscito a valutare le condizioni di sottostrutture nascoste e inaccessibili, fornendo con rapidità e precisione una stima delle condizioni degli elementi che compongono il tracciato ferroviario, per cui si ritiene che abbia apportato un concreto miglioramento nella gestione del rischio e nella prevenzione degli incidenti, ottimizzando la costruzione e la manutenzione degli impianti.

Il nuovo impianto diagnostico di bordo interpreta i dati e fornisce avvisi preventivi sui possibili guasti critici, localizzando l'eventuale deterioramento della massicciata (ballast), del sub-ballast e del terreno di sottofondo.

Il progetto ha realizzato i suoi scopi identificando le esigenze degli armatori ferroviari e dei tecnici addetti alla manutenzione, delineando le specifiche del sistema e valutando la progettazione, la verifica e la convalida dei vari sottosistemi. Una volta approntato il prototipo, il team del progetto lo ha verificato nelle situazioni reali con la collaborazione degli utilizzatori finali.

Il sistema prodotto comprende un radar FSAR (Fast Substructure Array Radar), basato su un'innovativa scheda di antenne, e un'unità di controllo radar ad elevate prestazioni HPRCU (High Performance Radar Control Unit) che funziona a velocità anche superiori ai 300 km/h; il sistema, inoltre, è dotato di un'unità di posizionamento del tracciato ferroviario RTPU (Rail-Track Positioning Unit) e di un processore di bordo per l'interpretazione in tempo reale dei dati rilevati dal GPR.

Il prototipo SAFE-RAIL si è dimostrato molto efficace nell'acquisizione, nell'interpretazione e nell'elaborazione dei dati, per cui il successo del progetto è stato completo e ha prodotto un sistema GPR innovativo di costo limitato, in grado di ridurre i tempi di fermo. Grazie a questo sistema, il cui prototipo che è stato convalidato sul campo, i treni europei e i trasporti saranno più sicuri e più efficienti.

Informazioni correlate