Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

RESPVIRUSES — Risultato in breve

Project ID: 37276
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Germania

Nuovi farmaci antivirali per i virus emergenti

Gli esseri umani vivono in un delicato equilibrio con i microbi e i virus emergenti e riemergenti comprovano che questo ne è un caso. Nuove ricerche sul sistema immunitario di pazienti anziani e sui virus respiratori emergenti aiuteranno a trovare nuovi antivirali per ridurre i tassi di mortalità e fare fronte a potenziali pandemie.
Nuovi farmaci antivirali per i virus emergenti
I virus respiratori sono ben noti per la loro capacità di mutare e, nel corso degli ultimi anni, ne sono emersi molti tra la SARS e l'influenza H5N1. Purtroppo, questi virus inducono gravi patologie respiratorie in pazienti ad alto rischio, in particolare negli anziani.

Attraverso la ricerca sul sistema immunitario degli anziani, il progetto Respviruses (ʺImmune response to respiratory virus infections and vaccination in elderlyʺ), finanziato dall'UE, ha teso a sviluppare adeguate strategie antivirali. I ricercatori del progetto hanno studiato entrambe le sezioni innate ed acquisite del sistema immunitario e la risposta ad entrambi i principali virus respiratori emergenti come il metapneumovirus umano (hMPV), il virus respiratorio sinciziale (RSV) e il virus dell''influenza H5N1.

La maggior parte degli adulti presenta anticorpi contro la RSV, pertanto è stato sorprendente che uno studio clinico abbia rivelato che l'infezione con il virus sia causata dalla mancanza di anticorpi neutralizzanti. A tal fine, un'applicazione database online sviluppata dal progetto Respviruses è in grado di gestire più di 2.000 serie di dati sulle infezioni e sullo stato immunitario contro i virus respiratori.

Il team del progetto Respviruses ha anche utilizzato un modello di invecchiamento animale per testare l'efficacia delle terapie basate sull'interferenza dell'RNA in cui brevi tratti di RNA di design possono mettere a tacere i geni virali e rendere il virus inattivo. Sei delle cosiddette molecole dell'RNA del substrato Dicer (DsiRNA) si sono rivelate molto efficaci contro l'hMPV in un nuovo saggio ad alte prestazioni.

Un altro passo avanti per gli scienziati del progetto è costituito dalla prima coltura del bocavirus umano mai effettuata prima d'ora. Anche nelle malattie emergenti, il bocavirus colpisce il tratto respiratorio inferiore.

Una conoscenza dettagliata della risposta del sistema immunitario negli anziani alle malattie respiratorie emergenti contribuirà allo sviluppo di strategie antivirali. Per di più, si avrà una riduzione della mortalità e della morbilità nei pazienti anziani.

Informazioni correlate