Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

AFISA — Risultato in breve

Project ID: 44132
Finanziato nell'ambito di: FP6-POLICIES
Paese: Francia

Progressi delle stime nel settore dell'acquacoltura

La stima delle scorte ittiche nel settore dell'acquacoltura è un'attività che richiede tempo e denaro, ma il progetto di un nuovo sistema basato su un software estremamente tecnologico ben presto potrebbe contribuire a un riammodernamento e a una maggiore efficienza del settore.
Progressi delle stime nel settore dell'acquacoltura
La solidità del settore dell'acquacoltura dipende dalla stima efficiente e accurata dell'età delle riserve ittiche; per tale stima si utilizza un osso nell'orecchio dei pesci denominato otolite, che rivela l'età di una specie; si tratta, però, di un metodo molto costoso.

Con il progetto AFISA ("Automated fish ageing"), finanziato dall'UE, è stato proposto un sistema più efficiente ed economico per affinare il calcolo dell'età e produrre dati migliori e più standardizzati in laboratorio; questo metodo ad alta tecnologia ha richiesto lo sviluppo di algoritmi software per automatizzare l'invecchiamento dei pesci in base alle caratteristiche e all'imaging dell'otolite.

Per lo sviluppo di metodologie per la stima automatica dell'età, con il progetto AFISA sono stati analizzati tre importanti case study, sono stati acquisiti i dati degli otoliti ed è stato approntato un database di immagini degli otoliti; sono stati sviluppati, inoltre, appositi algoritmi per l'acquisizione delle immagini, l'estrazione delle strutture delle immagini e la simulazione dei problemi dell'invecchiamento. Il team del progetto si è dedicato al miglioramento dell'automazione con le soluzioni proposte, integrandole nel software esistente e migliorando la stima della struttura dell'età e la valutazione automatizzata delle età degli individui.

Una volta completato il prototipo, il progetto AFISA ne ha sperimentato la precisione valutandone anche il rapporto costi-benefici con campioni ittici di varie dimensioni; in termini tecnici, il team ha realizzato una propria valutazione in confronto al metodo ALK (Age Length Key), utilizzando come indicatori prestazionali l'errore quadratico medio e la tendenza relativa.

In definitiva, con il progetto è stato dimostrato che un'automazione totale è improbabile, in quanto l'intervento degli esperti rimane indispensabile per la produzione di stime accurate; ciononostante, si può affermare che il progetto AFISA ha contribuito al miglioramento delle stime dell'acquacoltura, percorrendo molta strada verso lo sviluppo di uno strumento sofisticato in grado di sostenere questo settore.

Informazioni correlate