Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

EUROPE FOR PATIENTS — Risultato in breve

Project ID: 501586
Finanziato nell'ambito di: FP6-POLICIES
Paese: Spagna

Il percorso della mobilità dei pazienti in Europa

Uno studio incentrato sulla mobilità dei pazienti e sull'accesso alle cure sanitarie lontane da casa ha consentito agli esperti di far luce sulle importanti sfide che attendono l'UE in tale ambito. La conoscenza generata pone le basi per i dibattiti da affrontare e le azioni da intraprendere in merito a questo aspetto.
Il percorso della mobilità dei pazienti in Europa
Uno dei vantaggi per un'Europa allargata consiste in un miglioramento dell'accesso alle cure sanitarie per i pazienti di tutta la regione. Tuttavia, al fine di sfruttare l'intero potenziale dei benefici correlati, è necessario intraprendere azioni tese al coordinamento di questioni regolatorie, legali e contrattuali, nonché ad una migliore offerta di informazioni nei confronti di pazienti e di fornitori di assistenza sanitaria. Al fine di garantire standard di coordinamento più elevati, l'adozione di tali soluzioni richiede innanzitutto una migliore comprensione delle differenze di funzionamento dei vari sistemi sanitari e degli ostacoli pratici.

I fautori del progetto Europe for patients ("The future for patients in Europe"), finanziato dall'UE, si sono prefissati l'obiettivo di offrire tale analisi focalizzandosi su categorie di pazienti specifiche. In primo luogo, i ricercatori hanno condotto una differenziazione tra i pazienti che necessitano di cure sanitarie, effettuando una distinzione tra coloro che si recano all'estero e coloro che sono già fuori dai confini nazionali.

Il primo gruppo è stato ulteriormente suddiviso per comprendere i pazienti che vivono in aree di confine, distinguendo coloro che sono mandati all'estero dai propri sistemi sanitari da coloro che lo fanno spontaneamente. Il secondo gruppo è stato suddiviso in residenti a lungo termine che si sono stabiliti all'estero e coloro che sono in visita temporanea (ad esempio, per turismo o per motivi di lavoro).

I ricercatori hanno raccolto materiali ed esaminato studi di casi per ciascuna categoria, analizzando le caratteristiche, le necessità e le aspettative specifiche. Gli esperti sono giunti a numerose conclusioni relative alle sfide, che potrebbero differire per ciascuna categoria, in termini di mobilità, di modalità di accesso, di metodi di pagamento e di accordi di gestione. È stata inoltre condotta un'analisi dell'impatto dei vari metodi previsti per i pazienti e per coloro che sono coinvolti nel settore dell'assistenza sanitaria, nonché dei sistemi sanitari.

In virtù di un miglioramento dell'accesso e del diritto alla libera circolazione, il numero di pazienti che vanno alla ricerca di cure sanitarie all'estero potrebbe aumentare. Tuttavia, gli ostacoli burocratici, la mancanza di informazioni e i problemi correlati alla continuità dell'assistenza sono solo alcune delle tante sfide in essere. Non bisogna infatti dimenticare la difficoltà di accesso alle informazioni mediche, l'incertezza che caratterizza i sistemi amministrativi e legali, la frammentazione dei dati e l'interoperabilità dei sistemi sanitari europei.

L'iniziativa Europe for patients ha permesso di far luce su aspetti importanti relativi alla mobilità dei pazienti e all'accesso alle cure sanitarie, presentando altresì numerose idee che alimenteranno i dibattiti in corso, tra cui la possibile necessità di sviluppare un nuovo strumento di servizi sanitari dell'UE, di consolidare la legislazione vigente e di promuovere sistemi che garantiranno standard minimi di sicurezza e prestazioni di assistenza sanitaria di qualità. Gli sforzi condotti nella direzione di un miglioramento dell'accesso e della qualità dell'assistenza sanitaria rafforzeranno indubbiamente uno scenario europeo sempre più integrato.

Informazioni correlate