Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

RASPED — Risultato in breve

Project ID: 513134
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME

Dispositivo a raschietto per ridurre le fratture chirurgiche

L'impianto di protesi dell'anca, comunemente conosciuta come chirurgia di sostituzione dell'anca, è divenuta una procedura molto frequente. I ricercatori finanziati dall'UE hanno compiuto importanti passi per ridurre le fratture operatorie e le complicazioni post-operatorie, con la possibilità di migliorare la qualità di vita, riducendo al tempo stesso i costi dell'assistenza sanitaria.
Dispositivo a raschietto per ridurre le fratture chirurgiche
La chirurgia di sostituzione dell'anca comporta l'apertura dell'estremità superiore dell'osso della coscia (femore) e l'inserimento della cosiddetta protesi dell'anca (componente artificiale di metallo o ceramica) nel centro cavo del femore, con conseguente formazione di una nuova articolazione dell'anca con la pelvi.

Attualmente la procedura prevede l'apertura a impatto del femore con un martello chirurgico, che determina fratture femorali intraoperatorie nel 17% circa degli interventi e numerose complicazioni chirurgiche e post-chirurgiche.

Ricercatori europei, sostenuti dal finanziamento del progetto Rasped ("Reverberating abrasive single use piezo electric driven device"), miravano a sviluppare un nuovo dispositivo (basato su un raschietto) per tagliare e rimuovere il tessuto osseo, riducendo sollecitazioni all'interno del femore durante l'intervento chirurgico e quindi fratture femorali.

I ricercatori hanno valutato la corsa utile e gli angoli ottimali e 3 tipi diversi di geometrie di denti di taglio, creando 10 progetti di raschietto. Ulteriori sperimentazioni su 3 dei 10 schemi hanno condotto a ottimizzare il progetto dell'unità di azionamento.

Su tali premesse sono state progettate, costruite e testate due configurazioni di dispositivi piezoelettrici portatili. Ulteriori esperimenti dovrebbero condurre a una migliore produzione di forza del dispositivo e alla generazione di una pressione di taglio sufficiente.

L'eventuale commercializzazione dei risultati del progetto Rasped dovrebbe diminuire notevolmente le fratture intraoperatorie e le complicazioni post-operatorie nella vastissima popolazione di pazienti che si sottopongono alla chirurgia di sostituzione dell'anca. La migliore qualità di vita per molte persone sarebbe accompagnata anche da ovvi riduzioni di costo per il sistema sanitario europeo. Inoltre, le varie tecnologie sviluppate presentano la possibilità di applicazione in altre situazioni chirurgiche nonché nei settori dentale ed estrattivo.

Rasped ha fornito rilevanti contributi alle tecnologie di raschio utilizzate nel taglio a basso impatto e nella rimozione di materiale, con possibili ampi effetti di vasta portata in una serie di industrie e sull'economia europea.

Informazioni correlate