Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

NANOMAN — Risultato in breve

Project ID: 505660
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP

Nuove tecniche per la produzione su scala molecolare

Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno sviluppato nuova strumentazione e strumenti di modellizzazione per la nanoproduzione. Ciò potrebbe stimolare ulteriormente l'innovazione europea nel campo in rapida crescita della nanotecnologia, in particolare per quanto riguarda le nanomacchine.
Nuove tecniche per la produzione su scala molecolare
La microscopia a scansione di sonda (SPM) è una tecnica scientifica che utilizza una piccola sonda per analizzare la superficie di un campione e fornire informazioni non solo sulla topografia dello stesso, ma anche sulle sue caratteristiche fisiche, chimiche e magnetiche. Una delle sue principali limitazioni è il fatto che essa può fornire informazioni solo su materiali conduttori e semiconduttori, mentre non consente l'imaging di polimeri, ceramica, vetro o anche materiali biologici.

Per superare questo problema, è stata sviluppata la microscopia a forza atomica (AFM). L'AFM si basa sulla rilevazione delle forze che interagiscono tra la punta molto sottile della sonda e la superficie del campione. A seconda della modalità, il microscopio è in grado non solo di misurare tale forza, ma anche di verificarla mediante un circuito di retroazione.

I ricercatori europei supportati dal finanziamento del progetto Nanoman miravano a sviluppare metodiche nuove e a maggiore risoluzione per la manipolazione di strutture sulla scala delle singole molecole. In particolare i ricercatori si sono concentrati sulla manipolazione delle nanostrutture su superfici isolanti, per la produzione su nanoscala basata sull'AFM.

I membri del team Nanoman hanno costruito e provato con successo numerosi nuovi strumenti basati sull'AFM per la manipolazione piccole e grandi molecole e nanocristalli. Tra i contributi più significativi si risaltano la manipolazione su nanoscala nel vuoto a temperatura ambiente, la manipolazione molecolare a bassa temperatura su superfici dielettriche e il posizionamento di singole molecole d'acqua su una superficie isolante.

Inoltre i ricercatori hanno sviluppato uno strumento di simulazione per modellizzare le interazioni tra sonda e superficie, e gli effetti del controllo di retroazione, allo scopo di consentire la simulazione della produzione d'immagini e la valutazione delle forze per il controllo della manipolazione.

I risultati del progetto Nanoman dovrebbero promuovere l'innovazione UE nel campo in rapido sviluppo della nanoproduzione, migliorando così la posizione dell'UE stessa e contribuendo alla nascita di nuove nanotecnologie europee.

Informazioni correlate