Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

BIOCOMP — Risultato in breve

Project ID: 515769
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Germania

Biomasse come alternativa alla plastica

I ricercatori finanziati dall'UE hanno sviluppato nuove categorie di materiali basati solamente su biomasse e fibre naturali. Tali nuovi prodotti a base biologica hanno dimostrato eccellenti proprietà e sono concepiti per sostituire la plastica sintetica e il legno.
Biomasse come alternativa alla plastica
La plastica sintetica e il legno sono utilizzati nella produzione industriale di massa di svariati prodotti, presenti virtualmente ovunque. La capacità di utilizzare risorse naturali rinnovabili estratte dalle biomasse in alternativa a tali materiali porterebbe la produzione industriale a un nuovo livello di sostenibilità. Tra i vari benefici potenziali vi sono la conservazione delle risorse naturali, la riduzione dei costi e l'efficienza ecologica.

Grazie al finanziamento concesso al progetto Biocomp ("New classes of engineering composite materials from renewable resources"), i ricercatori europei miravano a sviluppare nuovi materiali di alta qualità derivati solamente da estratti di biomasse e additivi provenienti solamente da risorse naturali.

I ricercatori si sono concentrati sui biopolimeri o loro precursori, e sulla possibilità di rinforzare le fibre naturali già disponibili in Europa. Inoltre il progetto mirava a sfruttare gli stessi metodi di lavorazione attualmente utilizzati per i polimeri sintetici e il legno, in modo da facilitare una transizione semplice e a costo ridotto. Per finire, sono stati sviluppati prodotti finali che dimostrassero caratteristiche uguali o superiori ai loro omologhi convenzionali.

I biopolimeri lignina, amido, poliactide (PLA) e polidrossibutirrato (PHB) sono stati modificati con fibre naturali per migliorare la resistenza agli urti tramite un'innovativa lavorazione diretta delle fibre lunghe e inserimento in composti in linea (LFT-D-ILC).

I biocomposti a base di lignina hanno evidenziato eccellenti caratteristiche acustiche che ne indicavano una competitività certa nel settore dei mobili per altoparlanti.

Il PLA modificato con fibre rigenerate mediante cellulosa (il principale componente delle pareti cellulari delle piante) ha superato gli obiettivi di resistenza agli urti prefissati dal progetto senza riduzioni nella resistenza a trazione, fornendo un'interessante alternativa alla plastica sintetica utilizzata per i contenitori di equipaggiamento elettronico e gli interni dei veicoli per autotrazione. I compositi a matrice di PLA sono stati utilizzati con successo in estrusori convenzionali, nello stesso modo in cui vengono utilizzati i compositi di plastica e legno.

In generale, il progetto Biocomp ha utilizzato con successo costituenti delle biomasse rinforzati con fibre naturali per produrre biocompositi in grado di essere lavorati con i metodi tradizionali della produzione di massa con la plastica, e dotati di caratteristiche comparabili o superiori a quelle dei polimeri sintetici convenzionali.

I concetti di Biocomp sono in grado di rivoluzionare la produzione industriale di svariati prodotti consumer in precedenza basati sulla plastica sintetica e sul legno. L'adozione di materiali sostenibili in questo enorme settore di produzione ha in potenza un significativo impatto sull'occupazione, sull'economia e sul pianeta.

Informazioni correlate