Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

ULTRA-1D — Risultato in breve

Project ID: 505457
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Finlandia

Fabbricazione e trasporto di elettroni nei nanodispositivi 1D

Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno sviluppato nuove tecniche di nanofabbricazione e raggiunto una migliore comprensione del trasporto di elettroni nei materiali nanostrutturati, arrivando alla produzione di innovativi dispositivi nanoelettronici.
Fabbricazione e trasporto di elettroni nei nanodispositivi 1D
La nanotecnologia sta vivendo un vero e proprio boom. Essa è divenuta di particolare importanza per l'industria elettronica, in cui la combinazione di ridotte dimensioni dei dispositivi e migliori caratteristiche delle strutture su nanoscala, se confrontate con i materiali di partenza, la rendono particolarmente interessante.

La recente scoperta di nanomateriali monodimensionali (1D) come i nanotubi di carbonio e i nanocavi di semiconduttore/metallo ha causato una ventata di sperimentazioni in grado di dimostrare svariati fenomeni quantici unici nel loro genere, relativi al confinamento degli elettroni in spazi ristretti.

Lo sfruttamento del potenziale dei nanomateriali richiede sia una migliore comprensione delle caratteristiche su nanoscala, sia adeguate tecniche scalabili di nanofabbricazione.

I ricercatori europei, supportati dal finanziamento del progetto ULTRA-1D, miravano a sviluppare nuovi metodi di microfabbricazione di oggetti 1D allo stato dell'arte, sulla scala dei 10 nanometri (nm) e a condurre studi che chiarissero i meccanismi di trasporto degli elettroni in tali oggetti.

In particolare i ricercatori si sono concentrati su tre differenti tecniche di nanofabbricazione per sistemi metallici, in particolare la litografia ad alta risoluzione a raggio elettronico, la crescita elettrochimica di nanocavi ultrasottili e l'incisione al plasma di oggetti 1D prefabbricati.

Gli studi sul trasporto degli elettroni si sono concentrati sulla comprensione dei limiti dimensionali fondamentali ai quali il trasporto degli elettroni resta qualitativamente simile a quello delle macrostrutture, e sull'esplorazione dei nuovi fenomeni che nascono al di sotto di tali limiti.

Il consorzio ULTRA-1D ha fabbricato svariati nuovi sistemi 1D, tra cui un dispositivo analogo a un transistor basato su un nanotubo di carbonio a singola parete (SWCN).

Lo sfruttamento commerciale della tecnologia e dei dispositivi ULTRA-1D dovrebbe migliorare la posizione del settore elettronico europeo come leader nel campo in rapida crescita della nanofabbricazione e dei nuovi nanomateriali 1D.

Informazioni correlate