Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

NFG — Risultato in breve

Project ID: 503221
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Italia

L'espressione genica nel cervello adulto

Il confronto genomico dettagliato tra ricettori sensoriali effettuato da eminenti scienziati europei ha prodotto una mappa dettagliata dell'espressione genica durante le cascate di trasduzione del segnale. L'associazione del profilo molecolare con attività contribuirà a chiarire come funzionano le cellule neuronali.
L'espressione genica nel cervello adulto
L'attività neuronale è governata da una complessa interazione di segnali tra diversi tipi di cellule, che potenzialmente cambia durante lo sviluppo. Per poter delineare la rete neuronale, dobbiamo comprendere come sono regolati grandi raggruppamenti neuronali e le potenziali differenze e somiglianze nell'espressione genica tra loro.

Il progetto NFG ("Functional genomics of the adult and developing brain") finanziato dall'UE si prefiggeva di identificare e caratterizzare l'attività funzionale di cellule e reti neuronali e di comprendere come sono orchestrate a livello cellulare e molecolare in modelli di espressione genica. Il progetto si è focalizzato sui recettori sensoriali (visivi e olfattivi) e corticali (ippocampo e neocorteccia).

Impiegando la microdissezione a cattura laser, gli scienziati del progetto sono riusciti a isolare fotoricettori e cellule retiniche coltivate e analizzare il loro profilo molecolare utilizzando microarray per l'espressione genica. In tutte le cellule analizzate, NFG ha osservato un'uniforme up-regolazione di tre geni di cui è noto il coinvolgimento nella trasduzione di luce (Arrestina (SAG), Attivatore della guanilato ciclasi 1a (Guca1a) e Attivatore della guanilato ciclasi 1b (Guca1b)). È stato considerato che l'up-regolazione di tali geni medi un componente di adattamento alla luce che si verifica dopo ore di esposizione alla luce.

I test funzionali negli animali hanno rivelato che un'illuminazione prolungata con una luce fissa ha indotto un parziale recupero della corrente di oscuramento dopo circa due ore. Tale fenomeno è stato associato con i cambiamenti di espressione genica che hanno alterato la cascata di trasduzione del segnale di fototrasduzione e adattamento alla luce.

Inoltre, i partner NFG hanno caratterizzato diverse classi di neuroni corticali in relazione ai rispettivi fenotipi elettrofisiologici e all'attività corticale. In particolare, hanno scoperto che il gene PAX6 è implicato nella manutenzione delle cellule staminali neocorticali e nell'innesco dell'espressione genica neuronale.

Nel complesso, il progetto NFG ha ottenuto una vasta gamma di dati di espressione genica in singoli gruppi di cellule neuronali, fornendo una conoscenza di base sulle modalità con cui uno specifico profilo molecolare si traduce in attività neuronale. I risultati promettono una futura applicazione nella tecnologia genomica nel campo delle neuroscienze.

Informazioni correlate