Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

FESCOLA — Risultato in breve

Project ID: 505281
Finanziato nell'ambito di: FP6-NMP
Paese: Norvegia

Una spinta alla sostenibilità

Le "istruzioni per l'uso" necessarie per comprendere e influenzare il comportamento dei consumatori possono aiutare a promuovere la sostenibilità e un ambiente più pulito.
Una spinta alla sostenibilità
Il Johannesburg Plan of Implementation nato nel 2002 era volto a rinvigorire l'impegno globale allo sviluppo sostenibile. Il progetto Fescola ("Feasibility and scope of life-cycle approaches to sustainable consumption") finanziato dall'UE supportava l'applicazione da parte dell'UE stessa del piano, che riguarda modelli sostenibili di produzione e consumo.

Il progetto raccomandava l'utilizzo di prodotti e servizi più ecologici e funzionalmente simili, nonché l'assegnazione della priorità alle attività che inquinano meno e promuovono modelli di consumo più sostenibili.

Il team Fescola ha osservato che le decisioni di consumo dei consumatori sono influenzate tra l'altro da infrastrutture, abitudini, limiti di tempo, questioni economiche, disponibilità e influssi culturali. Basandosi sull'analisi dei consumi, il progetto ha definito una serie di raccomandazioni per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

Una delle raccomandazioni comportava il delineare come avvenga l'aumento delle emissioni e chi ne sia responsabile, nel tentativo di sensibilizzare i consumatori ai problemi della sostenibilità. Ciò comporta anche la conduzione di studi di caso su specifiche aree dei consumi di lusso, anche in questo caso per sollevare il problema.

Un'altra raccomandazione è quella di sviluppare tecniche di scenario, ovvero alternative verso il consumo sostenibile. La misurazione degli scenari di consumo stabiliti e il confronto con i modelli passati di sviluppo, e l'incorporamento delle informazioni nell'introduzione di nuove strategie possono migliorare drasticamente le decisioni di consumo.

Il progetto auspicava inoltre iniziative interdisciplinari in grado di integrare la ricerca sociologica e i metodi life-cycle per ottenere una maggiore sostenibilità. Ciò dovrebbe essere accompagnato da miglioramenti nella struttura delle ricerche, da self-assessment dei bilanci per valutare l'impatto ambientale e da numerosi altri strumenti. Una volta che tali strumenti e idee raggiungeranno i politicanti, i comuni e gli affaristi, è probabile la nascita di nuove strategie di consumo sostenibile.

Informazioni correlate