Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

CODE-EFABAR — Risultato in breve

Project ID: 506506
Finanziato nell'ambito di: FP6-FOOD
Paese: Paesi Bassi

Una nuova era per l'allevamento degli animali

Nuove pratiche quanto mai necessarie relative all'allevamento degli animali, dal benessere degli animali alle preoccupazioni ambientali, fanno ben sperare nella trasformazione del settore in un ambiente più sano per i cittadini, gli animali stessi e l'ecosistema.
Una nuova era per l'allevamento degli animali
Una delle caratteristiche di una società avanzata consiste nelle buone pratiche relative all'allevamento degli animali, che prendono in considerazione il benessere degli animali, la salute pubblica e l'ecologia. I fautori del progetto CODE-Efabar ("Code of good practice for farm animal breeding and reproduction"), finanziato dall'UE, si sono prefissati l'obiettivo di promuovere le buone pratiche in quest'area nell'ambito della piattaforma industriale sugli animali da allevamento (FAIP). Questa piattaforma rappresenta un forum di organizzazioni europee per la riproduzione e la selezione degli animali da allevamento, che hanno lavorato all'implementazione di un codice deontologico nel campo.

Il documento relativo alle buone pratiche conteneva varie questioni fondamentali, tra cui la sicurezza alimentare, la diversità genetica, la salute pubblica, la salute degli animali, le preoccupazioni ambientali, le tecnologie di allevamento e il benessere degli animali. Sono stati adottati principi trasparenti sull'allevamento degli animali, trasformati successivamente in norme di condotta pratica, a loro volta suddivise in tre parti: dichiarazioni generali, tecnologia corrispondente e sostenibilità.

I fautori della piattaforma hanno lavorato congiuntamente alle piccole e medie imprese (PMI) allo scopo di sviluppare gli aspetti tecnici del codice e ad un centro di ricerca ai fini dell'articolazione degli aspetti etici e societari. È stata chiamata in causa un'altra organizzazione per la definizione dei requisiti di certificazione. Allo scopo di definire i vari elementi del codice, gli esperti hanno quindi coordinato un workshop che ha riunito membri della FAIP e altre parti interessate.

Inoltre, le organizzazioni europee per l'allevamento e la riproduzione hanno ricevuto idonea formazione sull'applicazione del codice presso le proprie strutture. Per facilitare la conduzione di tale iniziativa, il codice è stato reso disponibile sul sito web della FAIP ed è stato anche distribuito alle parti interessate, compresi gli attori del settore pubblico e le organizzazioni di welfare. Il codice deontologico potrebbe diventare lo standard per l'allevamento degli animali, apportando benefici considerevoli alla salute dei consumatori, al benessere degli animali e all'ambiente.

Informazioni correlate