Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

EUROMITE — Risultato in breve

Project ID: 508090
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Israele

Il controllo del ragnetto rosso in condizioni di aridità

I sistemi biologici sono un metodo sostenibile preferito di lotta contro i parassiti, ma devono esserci le condizioni giuste. Il progetto Euromite ha studiato a fondo un nemico naturale del ragnetto rosso per fornire un mezzo di controllo in condizioni calde e asciutte.
Il controllo del ragnetto rosso in condizioni di aridità
I ragnetti rossi sono parassiti formidabili di molti raccolti alimentari e ornamentali. In condizioni di elevata umidità e temperatura moderata, l'acaro predatore Phytoseiulus persimilis fornisce un controllo adeguato, ma quando l'umidità si abbassa e la temperatura sale, il livello di controllo è sotto la media.

Poiché le condizioni di crescita di molte colture soggette al ragnetto rosso sono di bassa umidità e temperatura elevata, il progetto Euromite, finanziato dall'UE, ha studiato un'alternativa per il controllo biologico del ragnetto rosso. Il team del progetto ha selezionato la specie Neoseiulus californicus perché, pur essendo meno vorace del Phytoseiulus, ha bisogno di un minimo di 60% di umidità e di temperature tra i 15 e i 30°C.

La selezione del ceppo più efficace per le condizioni aride è stata un compito abbastanza semplice, poiché l'acaro è nativo di diverse regioni geografiche e climatiche. Gli scienziati del progetto hanno valutato una gamma di strumenti diagnostici che permettessero la differenziazione dei caratteri morfologici e morfometrici degli acari candidati. L'idea era garantire che le caratteristiche fisiche definite con esattezza dall'attuale studio potessero essere conservate.

È interessante che partner batterici siano associati all'acaro predatore, e che si sia valutata l'idoneità dei microbi per i ceppi selezionati, nonché l'influenza dei microrganismi sull'ospite. In generale, il lavoro è stato eseguito su tre colture vulnerabili al ragnetto rosso del biancospino, un parassita comune nell'orticoltura industriale europea. Su queste scoperte si sono basati metodi di coltivazione commerciale e di trasporto economici.

Euromite ha completato la ricerca su un meccanismo di controllo biologico, e ha valutato il potenziale di commercializzazione e i benefici economici per l'Europa. Questo studio contribuirà a fornire colture più sicure e sane in Europa meridionale, fonte di provenienza della maggior parte di frutta e verdura del continente. Nel resto d'Europa anche la produzione orticolturale in serre di vetro e plastica beneficerà dell'applicazione di questa relazione ospite/parassita.

Informazioni correlate