Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

CCPRB — Risultato in breve

Project ID: 503465
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Svezia

Integrare la ricerca basata su biobanche in Europa

Le informazioni biologiche ottenute in modelli pre-clinici devono essere confermate in campioni umani. Un'iniziativa finanziata dall'UE volta a integrare le biobanche europee e fissare regole e procedure comuni per ottenere la garanzia della qualità migliorerà auspicabilmente l'utilizzo di campioni depositati nelle banche a fini di ricerca.
Integrare la ricerca basata su biobanche in Europa
Le biobanche rappresentano importanti serbatoi di campioni umani che provvedono alle necessità degli studi di epidemiologia molecolare, trattamento e prevenzione del cancro. Per garantire la qualità del materiale, la fornitura di dati sulle patologie e la potenziale integrazione con altre banche in tutta Europa, occorre che siano applicati determinati standard.

Il progetto CCPRB ("Cancer control using populationbased registries and biobanks") perseguiva principalmente l'obiettivo di mantenere e integrare le maggiori biobanche d'Europa. I database esistenti sono stati collegati ai registri della popolazione, onde ottenere le statistiche relative alla rappresentatività e alle incidenze del cancro.

Inoltre, la rete CCPRB ha sviluppato un centro di analisi statistiche, per far progredire la metodologia utilizzata negli studi basati su biobanche, e ha impostato un sistema di garanzia della qualità. In tal modo viene migliorata la qualità dei campioni e l'efficienza nella gestione e nel coordinamento. Sono stati fissati sistemi di garanzia della qualità anche per i dati dei registri, affinché la tenuta dei registri di dati sulla salute sia caratterizzata da completezza ed elevata qualità.

L'iniziativa CCPRB ha promosso vari studi congiunti di biobanche internazionali, compreso uno studio epidemiologico che implicava la valutazione di rischi familiari per molti carcinomi, nonché di cancro ai polmoni in gemelli e figli di genitori colpiti da cancro ai polmoni. È interessante rilevare come questo lavoro abbia dimostrato la presenza di determinanti genetici di sopravvivenza sul cancro, distinti rispetto a quelli che trasmettono il rischio di cancro in sé.

Fornendo un'ampia raccolta di campioni di cancro al pesto, la rete CCPRB ha agevolato l'esplorazione a scansione a livello genomico volta a identificare i determinanti genetici specifici della sopravvivenza sul cancro al seno. Inoltre, è stata eseguita una serie di studi di associazione su larga scala nell'ambito delle biobanche partecipanti, i quali hanno valutato i SNP candidati in trasduzioni di segnale, metastasi, percorsi di trasduzione di segnale cellulare e di apoptosi.

Un'altra importante conclusione emersa dai campioni delle biobanche è stata la scoperta di una frequente ricombinazione tra i genomi del virus TT nei sieri materni da gravidanze con leucemia infantile.

Il progetto CCPRB ha costituto la base di studio per studi prospettivi basati su base di popolazione eccezionalmente vasti; al contempo ha definito e introdotto standard di qualità europei. Si prevede che questi sistemi di garanzia della qualità miglioreranno l'impiego futuro dei campioni delle biobanche nella ricerca.

Informazioni correlate