Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

INTREAT — Risultato in breve

Project ID: 509167
Finanziato nell'ambito di: FP6-INCO
Paese: Grecia

Attività minerarie non inquinanti

I rifiuti provenienti dalle attività minerarie hanno danneggiato gli ecosistemi nelle nazioni dei Balcani occidentali che presto entreranno a far parte dell'UE. I fautori di un ambizioso progetto dell'UE hanno già iniziato a intervenire su questo problema.
Attività minerarie non inquinanti
Le risorse non utilizzate nella regione balcanica comprendono importanti giacimenti minerari. Tuttavia, il loro sfruttamento potrebbe danneggiare l'ambiente. Il progetto Intreat, finanziato dall'UE, è stato incentrato sulla riduzione dell'inquinamento dell'aria, del suolo e dell'acqua provocato dalle attività minerarie.

Allo scopo di raggiungere questi obiettivi, gli esperti hanno studiato in che modo le attività minerarie e la metallurgia incidevano sull'ambiente, valutando altresì i rischi per gli esseri umani. I ricercatori hanno tentato di sviluppare tecnologie preventive allo scopo di contenere l'inquinamento mediante l'eliminazione dei rifiuti e il rilancio delle aree inquinate.

Per la conduzione di test, il team del progetto ha scelto come Paesi pilota l'ex Repubblica iugoslava di Macedonia (FYROM) e la Serbia, specialmente le aree in cui gli ecosistemi sono stati danneggiati da tali attività. Le zone sono state quindi categorizzate in base ai fattori e all'impatto ambientali. Di conseguenza, gli esperti hanno delineato un quadro normativo allo scopo di fornire linee guida e standard di qualità per il trattamento e la gestione dei rifiuti e delle acque reflue, utilizzando il sistema ai fini della valutazione delle proposte progettuali pertinenti.

I fautori del progetto Intreat hanno proposto tecnologie in grado di ridurre l'inquinamento nei luoghi in cui sono presenti rifiuti pericolosi e di riabilitare le aree in cui il suolo, l'acqua o il terreno erano inquinati. Sono state valutate le opzioni disponibili in termini di fattibilità tecnica e di costo e sono state selezionate quelle più appropriate per la regione. Infine, i ricercatori hanno proposto opzioni specifiche per il trattamento delle acque reflue industriali provenienti dalle attività estrattive e di trattamento del rame.

Uno dei risultati più importanti del progetto consiste nella formulazione di una strategia di gestione ambientale integrata concepita allo scopo di aiutare i Balcani ad affrontare il problema dell'inquinamento nel settore minerario. Grazie ad un importante progresso nell'ambito dei risultati scientifici e correlati alle innovazioni ad alta tecnologia, l'iniziativa Intreat ha sostenuto la conformità dei Balcani occidentali ai codici ambientali dell'UE. Le regioni della FYROM e della Serbia hanno ricevuto un sostegno nel miglioramento delle relative politiche nel settore oltre a strumenti preziosi che semplificheranno un'eventuale integrazione nell'UE.

Informazioni correlate