Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

TURPRO — Risultato in breve

Project ID: 508070
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME

L'UE risponde alla richiesta mondiale di pesce più dietetico

Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno condotto un'ampia analisi sperimentale allo scopo di identificare le condizioni ottimali relative all'acquicoltura per l'allevamento dei rombi. Il rispetto delle linee guida del consorzio dovrebbe garantire il miglioramento della produzione e l'abbattimento dei costi allo scopo di aiutare l'Europa a soddisfare la crescente domanda mondiale.
L'UE risponde alla richiesta mondiale di pesce più dietetico
Se facciamo una rapida ricerca su Internet del termine "rombo", compaiono numerose pagine di ricette relative a questo pesce piatto e dal corpo largo europeo che vive nelle coste sabbiose e ghiaiose spesso in acque relativamente salmastre.

Sebbene gli adulti possano crescere raggiungendo una lunghezza massima di un metro e un peso massimo di 25 chilogrammi, il mercato del pesce di lusso è cresciuto intorno alla carne soda e dal sapore intenso dei rombi più piccoli che non hanno ancora raggiunto la maturità.

L'acquicoltura sostenibile dei rombi per soddisfare la crescente domanda richiederà un approvvigionamento di un intero anno di giovani rombi allevati in vasche on-shore con densità demografiche elevate. La sensibilità alle condizioni ambientali dopo la nascita e alla densità di stoccaggio deve essere superata o controllata.

Allo scopo di sfruttare il potenziale dei rombi e di migliorare la competitività del settore europeo dell'acquicoltura, i ricercatori europei hanno avviato il progetto Turpro ("Biological optimisation and development of processing methods for turbot farming").

L'iniziativa aveva un duplice obiettivo. Innanzitutto, i fautori dell'iniziativa hanno tentato di delineare una strategia produttiva sostenibile che promuove sensibilmente la crescita riducendo al contempo la maturazione allo scopo di ridurre i costi di produzione per chilogrammo del pesce pronto per la vendita. In secondo luogo, gli scienziati hanno rivolto la propria attenzione alle nuove tecniche di trattamento che potrebbero migliorare sia il rendimento che la qualità della carne.

Il consorzio ha fatto molto affidamento sulle piccole e medie imprese (PMI) che hanno svolto un ruolo cruciale nel campo di ricerca e sviluppo tecnologico (RST).

I nuovi programmi di allevamento sviluppati erano basati sul principio del passo di regolazione piuttosto che su una condizione di temperatura costante. Inoltre, l'inibizione della maturazione prematura o precoce è stata raggiunta in condizioni di periodi di luce estesi (fotoperiodi), che hanno condotto alla produzione di pesci di maggiori dimensioni. Nel complesso, il programma di allevamento delineato dai partner potrebbe aumentare la produzione del 20–30 %.

I risultati positivi dei programmi che potrebbero determinare un abbattimento dei costi comprendono la riduzione del consumo idrico, del periodo di crescita e dell'alimentazione dei pesci.

Mediante l'ampia analisi sperimentale dei vari fattori che incidono sull'allevamento dei rombi, il progetto Turpro ha offerto un programma standardizzato che dovrebbe condurre a maggiori livelli produttivi di pesce di alta qualità a costi inferiori. L'implementazione diffusa potrebbe migliorare la capacità dell'Europa di soddisfare la crescente domanda mondiale per gli indigeni dei rombi nelle acque europee.

Informazioni correlate