Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

LCVAC — Risultato in breve

Project ID: 512855
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Paesi Bassi

Vaccinazione contro il cancro del polmone

Analogamente alla vaccinazione antivirale, un vaccino contro il cancro comporta l'uso di certi antigeni per la manipolazione del sistema immunitario per combattere il cancro. Un'iniziativa europea ha studiato il potenziale di vari nuovi antigeni tumorali polmonari in un approccio di vaccinazione.
Vaccinazione contro il cancro del polmone
Il cancro del polmone rappresenta una delle forme più diffuse di cancro ed è la principale causa di decessi legati al cancro in tutto il mondo. La terapia convenzionale offre una sopravvivenza media di 15 mesi al carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC), mentre nei casi di malattia in stadio avanzato questo dato scende a 9 mesi.

Di conseguenza, l'immunoterapia è emersa come un regime nuovo e promettente per il miglioramento delle infauste statistiche di sopravvivenza dei malati di cancro del polmone. A tal fine, il progetto LCVAC ("New vaccination therapies for lung cancer") finanziato dall'UE ha mirato a identificare e caratterizzare nuovi antigeni specifici per il cancro del polmone che potrebbero essere utilizzati per una vaccinazione efficace e sicura. Inoltre, i partner del progetto si sono concentrati sullo sviluppo di tecnologie adiuvanti per i protocolli di vaccinazione, testandoli su un modello murino di carcinoma polmonare unitamente ai vaccini basati su cellule.

Gli scienziati del progetto LCVAC hanno dimostrato con successo che la variante di giunzione della molecola di adesione delle cellule neurali NCAM-MUM era un SCLC antigene specifico e un potenziale obiettivo per il programma di sviluppo di un vaccino. Questa scoperta è culminata nel deposito di un brevetto per i diritti di proprietà intellettuale (IPR). L'esecuzione di test di questo antigene in un modello preclinico dovrebbe far luce sulla sua validità come bersaglio in un'immunoterapia.

Le procedure di ricerca e i reagenti generati dal progetto LCVAC, unitamente ai nuovi antigenti del carcinoma polmonare identificati nel corso del progetto, costituiscono un avanzamento significativo nella terapia immunologica contro il cancro del polmone. Tuttavia, la traduzione di successo di questo regime nella pratica clinica deve essere ancora pienamente valutata.

Informazioni correlate