Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

PIBF — Risultato in breve

Project ID: 508141
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Ungheria

Diagnosi del cancro o complicazioni della gravidanza

In base alla loro precedente scoperta del fattore di blocco indotto con progesterone (PIBF), alcuni scienziati europei hanno sviluppato un saggio diagnostico che potrebbe essere impiegato per rilevare le complicazioni della gravidanza oppure il cancro.
Diagnosi del cancro o complicazioni della gravidanza
PIBF è una proteina naturale necessaria per la prosecuzione di una gravidanza normale. I livelli di PIBF nell'urina e nel sangue di donne sane in gravidanza aumentano durante la gravidanza e diminuiscono rapidamente durante il parto.

Da un lavoro precedente è emerso che i livelli di PIBF nelle donne con complicazioni della gravidanza risultavano notevolmente inferiori ed è stato dimostrato che il PIBF blocca la risposta autoimmunitaria che normalmente conduce all'uccisione di tessuto in rapida crescita, come i feti.

Ha destato sorpresa la rilevazione di elevati livelli di PIBF nelle cellule tumorali; ciò suggerisce che tale condizione costituisce un marcatore essenziale per la loro scoperta. La proposta PIBF finanziata dall'UE programmava di sviluppare un nuovo saggio per l'esecuzione di test per diagnosticare tumori maligni, monitorare la terapia oncologica e diagnosticare il rischio di aborti prematuri.

Gli scienziati del progetto hanno sviluppato e validato un saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) per la misurazione della proteina PIBF nei fluidi biologici. Anche se il saggio presentava una sensibilità e una precisione limitate a causa della diversità biologica della proteina testata, ha evidenziato una grande riproducibilità che lo rende ideale per l'esecuzione di test interlaboratorio.

Sono stati anche prodotti reagenti di grado GMP per l'utilizzo del saggio in ambiente clinico. Gli studi sui campioni clinici hanno confermato il potenziale ruolo del PIBF in alcune gravidanze patologiche e l'espressione elevata di PIBF in alcuni pazienti oncologici.

Tuttavia, analogamente ad altri test di marcatori tumorali in commercio, il solo ELISA PIBF non ha fornito una specificità e una sensibilità sufficienti per essere utilizzato come unico metodo diagnostico di valutazione. Gli sviluppatori di tale kit sperano comunque che, insieme ad altri test diagnostici, questo saggio contribuirà a più elevati standard diagnostici per le gravidanze patologiche e i tumori maligni.

Informazioni correlate