Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

TRANSDEATH — Risultato in breve

Project ID: 511983
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH
Paese: Danimarca

Studiare la morte cellulare programmata

Con l'espressione morte cellulare programmata (PCD) si indicano i processi regolamentati di morte; una PCD non corretta viene associata a varie patologie, tra cui il cancro e le malattie degenerative. Alcuni scienziati provenienti da tutta l'Europa hanno lavorato in sinergia per indagare sui meccanismi e le molecole sottostanti ai processi PCD in vari organismi eucariotici.
Studiare la morte cellulare programmata
I geni che controllano l'apoptosi (il tipo di PCD più studiato) sono stati identificati per la prima volta nel modello di verme C. elegans. Le ricerche successive hanno scoperto percorsi apoptotici correlati nei mammiferi. Esistono analogamente altre forme note e sconosciute di PCD che presentano un elevato grado di conservazione tra le specie.

L'ampliamento delle prove sperimentali su regolatori di PCD rappresentava l'oggetto dell'iniziativa Transdeath ("Programmed cell death across the eukaryotic kingdom") finanziata dall'UE. I partner hanno scelto di effettuare ricerche comparate su diversi organismi nel regno degli eucarioti, al fine di conseguire conoscenze su geni e processi biochimici che regolano la PCD.

Il lavoro di ricerca di Transdeath si è concentrato sui meccanismi di morte cellulare meno studiati diversi dall'apoptosi. I dati generati sarebbero poi stati impiegati per comprendere i tipi corrispondenti di morte cellulare nei mammiferi, in particolare nella specie umana.

Ad esempio, gli scienziati hanno provato a correlare la senescenza delle foglie di piante al termine della stagione della crescita con la PCD che si verifica durante un'infezione patogena. con l'obiettivo di correlare queste forme di PCD ai processi di autofagia negli animali o alla morte cellulare durante lo sviluppo di strutture riproduttive.

La differenza di geni e percorsi biochimici che controllano la PCD di tipi diversi è stata caratterizzata e confrontata funzionalmente tra organismi. La generazione di modelli genetici e funzionali ha aiutato i ricercatori a capire come i processi PCD evolvevano tra varie specie e come i meccanismi centrali siano stati conservati filogeneticamente. Tali informazioni forniscono nuovi conoscenze più approfondite sul ruolo della PCD durante lo sviluppo e l'omeostasi.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences