Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

PNEUMOPEP — Risultato in breve

Project ID: 512099
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH

Nuove terapie per le malattie pneumococciche

Lo pneumoccocco causa numerose malattie umane potenzialmente letali, e presenta un'elevata resistenza simultanea a diversi farmaci (MDR). È stato istituito un network europeo di scienziati per promuovere lo sviluppo di nuovi interventi terapeutici per le malattie pneumococciche.
Nuove terapie per le malattie pneumococciche
Lo streptococcus pneumoniae è una delle principali cause di polmonite, meningite, batteriemia e otite. Malgrado l'esistenza di antibiotici efficaci, una crescente MDR degli pneumococchi mette a rischio il trattamento. Inoltre anche se l'antibiotico uccide il batterio, non si possono evitare i danni dovuti all'infiammazione e alla tossiemia acuta. La tossina pneumococcica pneumolisina ha un ruolo chiave in questi procedimenti, poiché attiva il rilascio di mediatori infiammatori dalle cellule ospiti.

Il progetto Pneumopep ("New methods of treatment of antibiotic-resistant pneumococcal disease"), finanziato dall'UE, mirava alla scoperta di nuovi composti per la creazione di nuove strategie terapeutiche innovative per le malattie pneumococciche. Gli scienziati europei membri di questo consorzio hanno messo insieme le loro esperienze complementari per il successo nel raggiungimento di questo obiettivo.

Pneumopep ha ottenuto il suo obiettivo principale fornendo una quantità di nuove molecole bersaglio e composti guida per il trattamento delle malattie pneumococciche. Due proteine sono state valutate per la prima volta come bersagli per la terapia anti-pneumococcica: la pneumolisina e le proteasi pneumococcica della superficie cellulare. Negli esperimenti preliminari queste proteine hanno dimostrato un comportamento promettente come potenziali bersagli farmacologici.

Inoltre sono stati valutati diversi nuovi composti per l'inibizione dell'azione delle proteine bersaglio, alcuni dei quali hanno mostrato caratteristiche promettenti. Sei nuovi composti erano efficaci nell'inibizione della pneumolisina in vivo, inclusi peptidi e piccole molecole organiche. Sono stati testati anche innovativi ed efficaci vettori dei potenziali farmaci.

Questo progetto è solo l'inizio di una lotta a lungo termine contro la crescente e continua resistenza agli antibiotici nello pneumococco. Le risorse di strumenti e conoscenza generate in Pneumopep creeranno le basi per lo sviluppo di nuove terapie.

Informazioni correlate