Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

NEWTRESI — Risultato in breve

Project ID: 508344
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Italia

Nuovi impianti chirurgici

Lo sviluppo di migliori rivestimenti per una serie specializzata di impianti è stato al centro del progetto Newtresi. Queste innovative soluzioni di impianto rappresentano il progresso delle protesi esistenti, e si spera possano migliorare l'assistenza sanitaria europea.
Nuovi impianti chirurgici
L'innesto di protesi è soggetto alle stesse complicazioni di qualsiasi altra procedura chirurgica. Inoltre l'impianto è soggetto a potenziale erosione da parte dei flussi corporei e a risposte immunitarie dell'ospite che possono causare rigetto. Le protesi dentali e ortopediche devono inoltre essere completamente integrate nella struttura ossea esistente per essere completamente funzionali.

Per affrontare questi problemi, il progetto Newtresi ("New treatments for surgical implants"), finanziato dall'UE, mirava a sviluppare impianti chirurgici con nuovi trattamenti superficiali sottovuoto con film sottili. L'attenzione era concentrata sugli impianti endococleari, dentali e ortopedici.

I partner hanno valutato lo sviluppo di una nuova struttura sigillante per impianti chirurgici elettronici endococleari, al fine di sostituire l'alloggiamento in ceramica attualmente in uso. La struttura sigillante era costituita da un circuito elettronico, una resina in vuoto spinto, un telaio di vetro e due microfiche in vetro come fondo e coperchio dell'alloggiamento. Per resistere alla pressione elettronica la struttura di contenimento era composta da strati di silicone organico e inorganico depositati per mezzo di deposizione chimica da fase vapore assistita da plasma ad alta densità (HDPECVD).

È stato progettato anche un film sottile per impianti dentali e ortopedici in titanio che migliorasse l'integrazione nelle ossa e offrisse protezione contro l'erosione indotta dai fluidi corporei. Per rispondere a questi requisiti di strati densi, compatti, aderenti e molto duri, gli scienziati hanno utilizzato la tecnologia di placcatura ionica assistita da plasma (IPPA), che migliorava il tempo d'integrazione di oltre il 50%. Allo stesso tempo il costo delle protesi dentali era significativamente ridotto.

La tecnologia proposta da Newtresi offriva una soluzione perfezionata agli impianti esistenti per ricambi dentali, ortopedici e cocleari. La speranza è che l'utilizzo di queste alternative in ambito clinico superi le limitazioni delle attuali protesi.

Informazioni correlate