Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

EURATOOLS — Risultato in breve

Project ID: 19015
Finanziato nell'ambito di: FP6-LIFESCIHEALTH

La genomica funzionale dei ratti entra in fase clinica

I progressi tecnologici nello studio della sequenza genomica dei ratti hanno accelerato la raccolta di informazioni sulla genomica funzionale di complesse malattie genetiche umane.
La genomica funzionale dei ratti entra in fase clinica
I risultati positivi nella creazione di cloni di ratti e nelle tecnologie genomiche ad alto rendimento lasciano intravedere un forte impatto sulle applicazioni nel settore della medicina. In particolare, gli studi genomici funzionali sui geni che predispongono alle malattie con input provenienti da vari geni potrebbero modificare profondamente la pratica terapeutica.

Utilizzando strumenti genomici avanzati e un modello basato sui ratti, il progetto Euratools ("European rat tools for functional genomics") ha cercato di raccogliere informazioni utili per migliorare la pratica clinica delle malattie più diffuse in Europa. Grazie alla disponibilità di una maggiore quantità di materiale genomico dei ratti, infatti, è ora possibile identificare rapidamente i geni e i percorsi che si trovano alla base di alcuni complessi fenotipi di patologie di questi animali.

Al completamento del progetto i ricercatori sono giunti a elaborare un approccio completamente nuovo all'analisi dei dati, favorito dalla possibilità di accedere a risorse più ampie sul genoma dei roditori. La recente possibilità di abbinamento con le tecnologie bioinformatiche ha permesso di ampliare in modo considerevole nuove sequenze complementari di DNA, nuove varianti di sequenze e varie nuove piattaforme per lo screening ad alto rendimento.

Presso l'Istituto europeo di bioinformatica è stato compilato l'"ArrayExpress Atlas of Gene Expression" per la compilazione delle informazioni genetiche provenienti dai vari esperimenti condotti nelle diverse condizioni biologiche. Per favorire l'informatizzazione della genomica dei ratti si sono svolti corsi e riunioni per tutta la durata del progetto.

In particolare, l'attenzione si è concentrata sulle malattie che presentano i maggiori problemi sanitari in Europa. Il progetto ha identificato la sequenza dell'intero genoma dei ratti spontaneamente ipertesi e, tra i risultati più importanti, ha scoperto una rete infiammatoria. Presente anche negli esseri umani, questa rete biochimica contribuisce allo sviluppo del diabete di tipo I.

Gli scienziati hanno inoltre svolto un'analisi sulle funzioni e le interazioni dei nuovi geni e dei percorsi interessati dalle patologie cardiovascolari e infiammatorie. I risultati della genomica dei ratti sono stati collegati al genoma umano.

Ad uso delle attività di ricerca presenti e future, il team ha ottimizzato le procedure di modificazione della linea germinale. Euratools ha creato una struttura per la conservazione di ceppi di ratti vivi e congelati, compresi oltre 500 embrioni transgenici o mutanti.

La ricerca condotta dal progetto Euratools ha sviluppato nuove risorse che permetteranno di comprendere meglio complessi tratti genetici, molti dei quali di fondamentale importanza per la salute in Europa. Si potranno così formulare nuove terapie farmacologiche per la prevenzione e il trattamento delle malattie croniche più diffuse e prevalenti nelle società benestanti.

Informazioni correlate