Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ATP Risultato in breve

Project ID: 226248
Finanziato nell'ambito di: FP7-ENVIRONMENT
Paese: Norvegia

Ricerca sui punti critici nell'Artico europeo

I ricercatori polari stanno eseguendo studi nell'Artico europeo per comprendere meglio in che modo l'ecosistema marino e i processi biologici chiave reagiscano a un clima in via di cambiamento.
Ricerca sui punti critici nell'Artico europeo
La reazione di un ecosistema a una pressione esterna come il riscaldamento climatico può essere brusca e irregolare. Questi punti critici causano cambiamenti significativi noti come cambi di regime. Gli scienziati finanziati dall'UE stanno esaminando i cambiamenti al ghiaccio marino e alla temperatura oceanica nell'Artico europeo e le conseguenze dell'attraversamento dei punti critici.

Il progetto ATP ("Arctic tipping points") ha analizzato dati di serie temporali e ha eseguito esperimenti per indagare sull'esistenza di punti critici guidati dal clima per specie importanti e processi dell'ecosistema nell'Oceano Artico. I ricercatori stanno inoltre studiando l'impatto sulle attività economiche nella regione, come l'acquacoltura, l'esplorazione di olio e gas e la gestione dei mercati della pesca.

Inoltre, stanno modellando punti critici futuri mediante un modello abbinato biologico-fisico basato sui dati di serie temporali e su analisi sperimentali. Stanno anche sviluppando un automa cellulare (AC) bidimensionale (2D) per la verifica delle proprietà di diversi regimi di gestione dei mercati del pesce. In aggiunta, gli scienziati stanno svolgendo ricerche sulle strategie di sfruttamento ottimale di olio e gas a determinati prezzi e in specifiche condizioni atmosferiche.

I partner del progetto stanno anche svolgendo ricerche su come le istituzioni e le forze politiche che si occupano della gestione delle risorse marine e del petrolio affrontano i rapidi cambiamenti negli ecosistemi dovuti al cambiamento climatico. La comprensione dei punti critici e del loro impatto causato da vari livelli di riscaldamento può contribuire a fornire preziose informazioni per i nuovi accordi internazionali per il controllo del cambiamento climatico.

L'iniziativa ATP ha fornito consigli sulla gestione sostenibile delle risorse e sugli effetti climatici su diversi scenari climatici al Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC). I ricercatori hanno inoltre formulato un libro bianco che valuta le opzioni normative che superano i punti critici.

I modelli sviluppati sotto gli auspici di ATP dipendono da tre fattori chiave, compresa la disponibilità di previsioni scientifiche affidabili sui cambiamenti futuri dell'ecosistema marino dell'Artico come reazione al cambiamento climatico. Gli altri due fattori sono lo sviluppo di modelli di utilizzo delle risorse focalizzati a livello regionale, e l'efficace trasferimento di conoscenza in cornici gestionali e politiche.

Le attività di divulgazione e coinvolgimento eseguite dal progetto ATP comprendono dibattiti e pubblicazioni scientifiche, una pagina web relativa al progetto, articoli di giornale, documentari televisivi e l'organizzazione di eventi pubblici.

I risultati del consorzio ATP aiuteranno a informare sia gli scienziati che i legislatori in tutto il mondo sui rischi associati all'attraversamento dei punti critici dell'Artico e sui cambiamenti di regime provocati da esso, e fornirà indicazioni su come ridurli.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 90350 / Ultimo aggiornamento: 2013-02-04
Dominio: Ambiente