Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP6

REDILP — Risultato in breve

Project ID: 508714
Finanziato nell'ambito di: FP6-SME
Paese: Germania

Recupero più ecologico del metallo di scarto

I produttori europei di acciaio si affidano a piccole e medie imprese (PMI) con forni elettrici ad arco (FEA) che riutilizzano scarti metallici per restare competitive. I ricercatori finanziati dall'UE hanno sviluppato un processo innovativo che promette di migliorare la procedura di riciclaggio proteggendo allo stesso tempo l'ambiente.
Recupero più ecologico del metallo di scarto
Il riciclaggio di metallo di scarto produce polvere FEA composta da zinco, ferro e altri metalli. In realtà, la quantità di zinco nella polvere è in crescita a causa dell'aumentato utilizzo di metallo galvanizzato (rivestito di uno strato protettivo di zinco) nell'industria automobilistica.

Il processo di riciclaggio utilizza una grandissima quantità di energia e l'emissione di gas effetto serra (GHG), contribuendo al riscaldamento globale. Produce inoltre diossine, residui che devono essere smaltiti nelle discariche come rifiuti pericolosi.

Ricercatori europei sostenuti dal finanziamento del programma REDILP ("Recycling of EAF dust by an integrated leach-grinding process") si sono impegnati a sviluppare un processo innovativo per rimuovere I metalli pesanti pericolosi e il diossido di zinco e piombo dalla polvere e a utilizzare il restante metallo contenente ferro come materiale fresco per I FEA.

I ricercatori hanno sviluppato un processo idrometallurgico "a freddo" che consiste in una fase di estrazione basata sull'attivazione unita alla precipitazione. La macinatura e l'estrazione dissolvono la povere per formare una soluzione dalla quale I metalli specifici possano essere rimossi. La precipitazione consente quindi ai singoli metalli di essere separati nuovamente come solidi. La novità consisteva nell'integrare la macinatura e l'estrazione in un solo passo. L'intero processo si verificò in un circuito chiuso per produrre zinco, ferro e piombo di valore senza residui.

Dopo gli esperimenti in laboratorio e l'ottimizzazione del processo, è stato costruito un impianto prototipo che ha dimostrato un recupero efficace dello zinco.

L'estrazione e la macinatura integrati della polvere FEA hanno causato minori costi di elaborazione e smaltimento. Ha inoltre ridotto il fardello ambientale imposto dal maggior consumo di energia e dai pericolosi rifiuti della discarica. Infine, il processo innovativo ha causato il recupero e quindi la conservazione di risorse naturali di valore.

La commercializzazione del processo di Redilp dovrebbe pertanto migliorare la competitività delle PMI europee coinvolte nell'industria di fabbricazione dell'acciaio proteggendo allo stesso tempo l'ambiente.

Informazioni correlate